Concordia: al via le ricerche dell’ultimo disperso, incaricata la Capitaneria di Porto

MeteoWeb

concordia genovaParte la pianificazione delle ricerche, al Vte di Genova Pra’ dove Costa Concordia è attraccata, del corpo di Russel Rebello, l’ultimo disperso tra le vittime del naufragio all’Isola del Giglio. Il corpo potrebbe essere ancora imprigionato all’interno della Concordia. Ora il maggiore galleggiamento della nave, ottenuto grazie ai cassoni, consente di ispezionare zone prima sommerse e inaccessibili. Delle ricerche è responsabile la Capitaneria di Porto. Il comandante della Capitaneria di Porto di Genova, ammiraglio ispettore Vincenzo Melone, ha ricevuto ieri pomeriggio l’incarico dal capo della Protezione Civile, Franco Gabrielli. Le operazioni di alleggerimento della nave inizieranno dopo la metà di agosto. Saranno demoliti e sbarcati gli arredi e gli allestimenti da ponte 14 a ponte 2, verranno rimossi effetti personali dell’equipaggio e dei passeggeri, sbarcate tv, computers, lampade, frigobar, saranno smontate finestre, arredi fissi e paratie divisionali, condotte del condizionamento, tubi in plastica e impianti elettrici, demoliti e sbarcati pavimenti e sottofondi, impianti delle cucine, delle riposterie e delle stazioni di condizionamento, sbarcati materassi, tende, moquette e arredi non fissi. La struttura della nave e quindi il suo modulo di resistenza rimarranno invariati, anzi, considerando l’effetto benefico dovuto alla sottrazione dei pesi si può ritenere che si avrà una condizione di stress strutturale minore rispetto a quella di arrivo del relitto. Durante le attività di smantellamento i materiali saranno preliminarmente separati secondo le diverse tipologie e trasferiti con l’ausilio di muletti ed elevatori dal relitto alla diga e successivamente, tramite chiatte e con l’ausilio di due gru semoventi alla banchina di Voltri. I lavori di alleggerimento al Vte richiederanno cinque mesi, poi la Concordia verrà trasferita nell’area portuale delle riparazioni, dove la fase dello smantellamento vero e proprio dovrebbe concludersi in un anno e mezzo circa.