Costa Concordia vicinissima alla meta: a Genova tutto pronto, cresce l’attesa per l’attracco

MeteoWeb

concordia1Se Concordia vede le luci di Genova, la citta’ vede profilarsi all’orizzonte lo stanco, lento convoglio che scorta il relitto di Costa Concordia. Domani a vederla ormeggiata ci sara’ anche il premier Matteo Renzi che ha sottolineato ‘l’impresa’: “L’operazione di recupero della Concordia non era facile, l’ha fatta l’Italia che, quando ci si mette e’ capace di fare veramente di tutto anche di stupirci in positivo”. Tutti attendono il relitto. Il municipio di Genova Voltri lo aspetta impaziente sotto la canicola. Qualche telecamera si fa gia’ vedere in giro, qualcuno ha affittato balconi privati che guardano direttamente la lingua di cemento della foranea dove, una volta arrivata, s’aggancera’ quel che resta della bella nave da crociera. Qualche cartello offre ancora la possibilita’ di un affitto last minute: finestre, terrazze e balconi per avere una vista da primo piano sulla Concordia. Le fly delle tv italiane e straniere (Germania, Francia) girano per quella che e’ stata una delle zone industriali piu’ importanti del Nord Ovest e che ora aspetta questa opportunita’ come una chance per poter ripartire. “Ma il nostro primo pensiero deve andare a quelle 32 vittime – ha detto il presidente del Municipio Mauro Avvenente – tanto che stiamo pensando alla possibilita’ di intitolare la piazza vicino alla Foranea a quelle persone che hanno perso la vita nel naufragio”. Intanto, privati e commercianti aspettano l’ondata di curiosi e soprattutto quella dei media in attesa per vedere la complessa manovra che i rimorchiatori dovranno eseguire per infilare la nave fantasma tra la foranea e la banchina. E cosi’ sale il prezzo, fino a duemila euro cash, per balconi, verande e terrazze. Il presidente del Municipio invita tutti “a andare sulle alture, dove si vede tutto benissimo e gratuitamente” ma il ‘mercato del balcone’ non conosce stop. I commercianti esibiscono cartelli che avvisano che domani, domenica, e’ “tutto aperto” e gia’ adesso i media soprattutto stranieri propongono liste di domande a sorridenti baristi che si dicono “contenti per l’opportunita'” che rappresenta questo evento. “Beh, i genovesi sono genovesi – s’azzarda a dire uno dei baristi appena interpellati da una televisione tedesca -, sono commercianti dentro. Pero’ questo non vuol dire che ci siamo dimenticati l’origine di tutto questo”. Costa Concordia aspetta al largo di poter essere agganciata dai rimorchiatori, operazione che avverra’ all’alba di un giorno che si rivelera’ troppo lungo, aspetta di arrivare nel primo stallo dove subira’ il primo intervento. Tutta la citta’ l’aspetta, come quel giorno di tanti anni fa quando la nave da crociera piu’ grande del mondo, prese il vento pensando che fosse una volta per sempre.