Countdown per la seconda edizione dell’Echappee Belle Helly Hansen

MeteoWeb

Affiche_EBHH2014300dpiAperte le iscrizioni per la seconda edizione della Echappée Belle Helly Hansen che si svolgerà il 29, 30 e 31 agosto per un totale 145 km e 10800 metri di dislivello positivo nella Val d’Isere e in Savoia, toccando laghi e montagne: un percorso d’eccezione sia per la bellezza che per la difficoltà a cui Helly Hansen è orgogliosa di essere protagonista.

Definita dai partecipanti dell’edizione dell’anno 2013 come una delle più belle gare trail mai esistite ma anche una delle più difficili, l’Echappée Belle ha già saputo farsi spazio nel mondo delle ultra. Dopo la prima edizione, l’equipe organizzativa ha creato un percorso che sarà al 100% unico, al 200%  tecnico, al 300% magnifico. Un percorso in altitudine, ricco di laghi, diversi colli a più di 2000 metri, una traversata del ghiacciaio (Freydane), un punto che culmina a 2900 metri (Croix de Belledonne) e numerose creste, balconi e aree con panorami incredibili. Una traversata che permetterà ai corritori di scoprire i magnifici massicci della Belledonne, i suoi paesaggi, i suoi rifugi e anche le sue specialità culinarie locali.

La corsa in pratica:

In solitaria o in due, l’Echappée Belle integrale è lunga 145 km 10800 metri di dislivello positivo: si parte da Vizille, il 29 agosto alle 6 del mattino, per una durata massima di 54 ore. Iscrizione limitata a 1000 partecipanti.

L’Echappée Belle traversata nord è lunga 85 km e 5800 metri di dislivello in solitaria: partenza dalla stazione di Playnet il 30 agosto alle ore 6 per una durata massima di 30 ore. Iscrizione limitata a 500 partecipanti.

Ciascuna formula conta per 4 punti per l’UTMB.

Le novità dell’edizione 2014

La corsa ha lo stesso carattere alpino ed autentico della prima edizione ma è evoluta per proporre una corsa ancora più naturale tra i sentieri. E’ stata creata inoltre una nuova prova di 85 km e 5800 metri di dislivello positivo dal Pleynet all’Aiguebelle. Un nuovo itinerario che passa dalla valle dei Huilles ai Pointet evitando tutte le strade. E stata migliorata  l’accoglienza in tutto il percorso. Chi parteciperà troverà numerose animazioni sul percorso poiché è stato  creato un villaggio che sarà una vetrina dell’artigianato dalla zona.

La corsa in cifre:

  • 28 h 04 per il primo uomo arrivato nel 2013 Oscar Perez Lopez (Spagna)
  • 34 h 23 per la prima donna del 2013 Sandrine Béranger (Francia)
  • 26 h 51 per il primo relais del 2013 Maxime Leger et Gaetan Janssens (Francia)
  • 10 nazioni rappresentate
  • più di 600 partecipanti iscritti autonomamente di cui il 37% ha finito la gara
  • più di 40 squadre nel 2013 di cui l’85% ha finito la gara
  • vetta più alta 2980 metri
  • 10 colli a più di 2000 metri
  • una riserva naturale
  • 2 parchi naturali a più di 2000 metri
  • 40 km consecutivi sopra i 2000 metri
  • 30 laghi in altitudine visibili durante il percorso
  • 300 volontari
  • 40 soccorritori, 6 medici, 10 infermieri, 6 fisioterapisti, 3 podologi
  • 30 comuni attraversati