Greenpeace: la Rainbow Warrior a Palermo per dire no alle trivellazioni nel Canale di Sicilia

MeteoWeb

SPAIN-ENVIRONMENT-GREENPEACELa nave di Greenpeace Rainbow Warrior, e’ da oggi a Palermo. Greenpeace denuncia oggi, in una conferenza stampa tenutasi sulla nave Rainbow Warrior, ormeggiata al porto di Palermo, “le vergognose omissioni del decreto che ha sancito la compatibilita’ ambientale” del nuovo progetto di trivellazioni nel Canale di Sicilia. Greenpeace ha gia’ avviato la procedura per presentare un ricorso e chiede aiuto alle amministrazioni locali e alle associazioni di categoria per fermare questa follia. Erano presenti oggi il sindaco di Palermo e presidente dell’Anci Sicilia Leoluca Orlando, rappresentanti delle amministrazioni locali di Marsala e Menfi e il sindaco di Scicli, il quale ha confermato la volonta’ di partecipare al ricorso. “Questo decreto e’ scandaloso. La commissione che doveva valutare il rischio ambientale delle trivellazioni non lo ha fatto e non ha preso in considerazione il rischio da incidente rilevante” afferma Alessandro Gianni’, direttore delle Campagne di Greenpeace. “Lo stesso decreto dichiara che stiamo parlando di impianti ad alto rischio industriale: e’ gravissimo che siano stati autorizzati quando ancora non sappiamo nemmeno quali sono gli scenari da valutare”. “Tocca ai sindaci dei territori coinvolti – conclude Gianni’ -, e alle associazioni, intervenire subito per fermare questa follia”.