La Costa Concordia è partita: addio al Giglio, “emozione enorme” [LIVE]

MeteoWeb

concordia01Per l’ultima mattina gli abitanti dell’Isola del Giglio si sono svegliati trovando davanti ai loro occhi la Costa Concordia. Da domani, il paesaggio tornerà ad essere quello di prima del 13 gennaio 2012. A più di due anni dal naufragio della nave, i gigliesi la salutano sperando di lasciarsi alle spalle una vicenda che ha segnato l’isola per sempre.

La Concordia si lascia dietro 33 morti, di uno dei quali non è mai stato trovato il corpo mentre un altro è un sommozzatore che lavorava alla rimozione del relitto, mesi di studio per la sua rimozione e disagi per l’intera popolazione del Giglio.

2014072301927502325Dopo la partenza della Concordia si aprirà la partita del ripristino dell’ambiente dell’isola: rimozione delle piattaforme e ripristino dei fondale. Ma oggi alle 16 il porto verrà riaperto. Il relitto della Concordia non ci sarà più.

 “Un’emozione enorme e un onore. Si’, sono stato io“: l’uomo che ha tagliato l’ultimo cavo che teneva ancorata la Costa Concordia all’isola del Giglio, una specie di cordone ombelicale della nave, si chiama Wietsman Roets e viene dal Sudafrica, come Nick Sloane. Era a bordo del rimorchiatore Sarom VIII. 

Il relitto della Concordia sta lasciando, a una velocita’ di due nodi all’ora, il porto del Giglio: destinazione Genova. Il relitto e’ trainato da due rimorchiatori e seguito da diverse imbarcazioni che l’accompagneranno nel suo viaggio.  Per la prima volta da due anni e mezzo, per vedere il relitto della Costa Concordia, dall’Isola del Giglio bisogna guardare all’orizzonte. La Concordia ormai e’ a quasi un miglio dalla costa. Dal molo, la nave si vede ormai in lontananza e questo ha ‘scoraggiato’ le decine di turisti e gigliesi che da stamani hanno affollato il porto per seguire le operazioni. Al momento siamo in fase di rotazione: il relitto dovrebbe partire tra un paio d’ore.