Maltempo, estate in tilt: centro/nord sott’acqua, camping evacuati

mare estate maltempoL’estate non vuole proprio arrivare. Dopo la Lombardia il maltempo ha colpito la Toscana, anche se con danni molto meno gravi rispetto a quelli provocati ieri a Milano – dove il Seveso e’ uscito dagli argini per la terza volta in tre settimane – e a Varese, con le esondazioni del lago e del fiume Olona. La notte scorsa, bombe d’acqua e pioggia insistente si sono abbattute su Livorno e sulle province di Lucca, Pistoia e Prato. Le conseguenze piu’ gravi ci sono state sulla costa: nel Livornese sono stati evacuati due campeggi. I turisti, in tutto un centinaio, sono stati ospitati in strutture comunali.

jesoloA Varese oggi la situazione e’ rientrata, anche se la notte scorsa i vigili del fuoco sono intervenuti per allagamenti in alcune case. I tecnici del Comune sono stati impegnati tutta la giornata nella stima dei danni. A Milano la procura ha aperto un’inchiesta per crollo colposo dopo il cedimento, il 26 luglio, di un tratto del manto stradale di corso di Porta Romana, dove si e’ aperta una voragine di 12 metri. Con il trascorrere delle ore in Toscana la situazione e’ andata migliorando. L’acqua caduta la notte scorsa, pero’, ha creato non pochi disagi.

1620670_829813047029024_6029839296394438672_nA Livorno ci sono stati problemi di traffico per l’allagamento di alcuni sottopassi e della direttrice per entrare in citta’ da Pisa. A Serravalle Pistoiese, due anziani sono stati fatti sgomberare da una casa a piano terra, per precauzione: nella zona, alcuni torrenti stavano raggiungendo i livelli di guardia. Sulla costa livornese, a Marina di Bibbona, sono stati evacuati il campeggio ‘Il Gineprino’ e il camping ‘Melograni’, mentre le altre strutture sono state allertate. Nel resto della provincia, il torrente Tripesce e’ stato monitorato per tutta la giornata a Cecina ed e’ esondato a Rosignano Marittimo: due persone sono state sgomberate. Nelle Marche, a Senigallia, la notte scorsa la piena del Misa ha fatto scattare il piano di evacuazione: e’ stato aperto un centro di accoglienza. L’allerta e’ rientrata dopo alcune ore. La gran parte delle persone, comunque, non ha abbandonato le abitazioni, limitandosi a salire ai piani alti. Nel pomeriggio il Comune ha rassicurato: nessun danno, “la spiaggia di velluto e’ pronta ad accogliere nel migliore dei modi i turisti”. Il maltempo e’ tornato a colpire anche in Emilia Romagna, ma i disagi sono stati limitati. L’unica segnalazione e’ arrivata da Modena, dove e’ esondato un canale, il Cavo Cerca, senza che vi siano stati allagamenti di abitazioni. Intanto arriva il bilancio di Coldiretti che parla di ”bollettino di guerra”. Fra le segnalazioni dell’associazione ci sono i danni provocati dal maltempo in Brianza e nell’alto Milanese, con stalle allagate, terreni trasformati in acquitrini, raccolti e semine in tilt. In Toscana – continua Coldiretti – sono state danneggiate molte delle colture stagionali come i meloni, i pomodori e le insalate. Problemi anche nelle Marche, dove bombe d’acqua e grandine hanno colpito vigneti e ulivi. Nel Novarese le trombe d’aria hanno provocato danni alle strutture aziendali, mentre la pioggia ha allagato stalle e ricoveri di attrezzature agricole.