ONU: 35 mln di persone col virus HIV nel 2013, come nel 2012

MeteoWeb

HIV  IMMAGINE - CopiaNel 2013 circa 35 milioni di persone nel mondo hanno convissuto con il virus Hiv, la stessa quantità di persone registrata un anno prima. È quanto emerge da un rapporto del Programma delle Nazioni unite per l’Aids/Hiv (Unaids). Circa 1,5 milioni di persone, si legge nel documento, sono morte l’anno scorso per cause legate all’Aids, il livello più basso dal picco registrato dieci anni fa. Nel 2013 ci sono state oltre 2 milioni di nuove infezioni, ma secondo gli esperti dell’Unaids è possibile mettere la fine all’epidemia. L’agenzia ha fissato alcuni obiettivi mirati a ridurre il numero dei decessi e dei nuovi casi del 90% entro il 2030. Siamo, si legge nel rapporto, “all’inizio della fine dell’epidemia di Aids”. Precedentemente l’Unaids aveva proposto una serie di misure per arrivare a “zero morti legate all’Aids”, tra cui quella di garantire entro il 2015 la terapia a tutte le persone che ne hanno il bisogno. L’anno scorso, però, soltanto 12,9 milioni di malati ricevevano farmaci salvavita, mentre altre 22 milioni aspettano di accedere alle terapie. Alcuni esperti hanno criticato le affermazioni di Unaids secondo cui è possibile mettere fine all’epidemia, definendole come idealiste e non pratiche.