Perforazioni tra i bagnanti in zona protetta della Sardegna, turisti atterriti [VIDEO-SHOCK]

MeteoWeb

ImmaginePerforazioni marine in piena estate a due passi dalla spiaggia e davanti ai bagnanti. Lo documentano le immagini – foto e video – pubblicate oggi sul sito Unidos Tv del deputato Mauro Pili, gia’ governatore della Sardegna. Non e’ la prima volta che il parlamentare sardo denuncia la presenza davanti al Pan di Zucchero di Nebida, sulla costa iglesiente, della nave Grecale Primo battente bandiera italiana, impegnata a trivellare i fondali marini di fronte a Porto Flavia. Ora le immagini eloquenti girate da Pili secondo il quale l’ordinanza della Capitaneria di porto che autorizzava le perforazione e’ scaduta il 30 giugno scorso e, a suo dire, mai piu’ prorogata. “Nel provvedimento – ricorda il deputato di Unidos – era fatto esplicito divieto di fare qualsiasi tipo di attivita’ di carotaggio nella zona bagnanti e negli orari compresi tra le 8.30 e le 19.30. Tutto avviene, dunque, in totale violazione di legge. E non si sa nemmeno – attacca il parlamentare – cosa stia cercando esattamente la Grecale Primo considerato che appare inspiegabile che ormai da due mesi questa nave sia perennemente dislocata in quell’area di mare. Con lo sconcerto crescente di bagnanti e turisti che si trovano a condividere la spiaggia con un’attivita’ davvero fuori luogo e incredibilmente sospetta”. Pili punta il dito contro le mancate bonifiche nei vecchi siti industriali o militari sparsi nell’Isola e si chiede come mai “l’Ispra, l’Istituto per la protezione ambientale, abbia autorizzato questa nuova campagna di caratterizzazioni, in quell’area gia’ fatte a suo tempo, quando il ministero non ha speso un euro per le bonifiche a terra”. Perplessita’ infine vengono sollevate dal deputato circa la presenza di nomi e societa’ legati all’attivita’ della Grecale Primo gia’ comparsi nello scandalo delle mancate bonifiche nell’isola di La Maddalena in occasione del G8 poi spostato a L’Aquila.