Ricerca: nei 20 Paesi più ricchi è felice il 77% delle persone, in Italia il 72%

1395225438_ebook-cover-600x335Il 77% degli abitanti del mondo piu’ sviluppato si dichiara “felice”, ma oltre la meta’ di questi vorrebbe una vita piu’ “facile”. E’ il risultato di una ricerca condotta dall’istituto Ipsos Mori, basata su interviste a 16mila persone (fra cui mille italiani), pubblicata dal Guardian. Nelle dichiarazioni di felicita’ dei primi 20 Paesi piu’ ricchi al mondo, l’Italia si piazza a meta’ posizione, con un 72% che si dichiara soddisfatto e sereno, contro l’88% degli svedesi, l’85% degli australiani, l’83% degli americani ma ben al di sopra del 59% degli spagnoli e del 65% dei giapponesi. Gli italiani, tuttavia, risultano anche i meno “stressati” a livello dei 20 Paesi indagati: solo il 25% ha dichiarato di sentirsi sotto pressione per il lavoro e per il denaro, contro il 68% dei cinesi, che guidano la classifica. La ricerca ha indagato dieci aree della nostra vita, dalla salute all’immigrazione, dallo scontro generazionale alla rivoluzione digitale. Il 77% inoltre ritiene che il mondo stia cambiando “troppo in fretta”, anche se per il 61% la tecnologia e’ “la soluzione e non il problema”. I piu’ “tecnofili” sono risultati i cinesi, mentre i piu’ “tecnoscettici” sono i francesi. Questi ultimi sono anche i piu’ contrari ai fenomeni di globalizzazione, approvati solo dal 24% di essi, contro il 41% dei britannici. Gli abitanti del mondo piu’ ricco risultano anche moderatamente ottimisti quando si parla dei propri cari. Per il 59% di essi, le proprie famiglie quest’anno se la vedranno meglio dell’anno scorso. I paesi indagati sono Argentina, Australia, Belgio, Brasile, Canada, Cina,Corea del Sud, Francia, Germania, Giappone, India, Italia, Polonia, Regno Unito, Russia, Spagna, Stati Uniti, Sudafrica, Svezia e Turchia. Le interviste sono state fatte nell’autunno del 2013.