Ricerca: nel cervello esiste un codice unico delle sensazioni

MeteoWeb

CERVELLOSebbene ogni sensazione abbia qualcosa di unico e originale, il cervello tende a codificarle e standardizzarle. Si crea in questo modo una sorta di codice unico legato all’attivita’ di una parte del cervello chiamata corteccia orbitofrontale, attivo in ognuno di noi e che racchiude le percezioni legate all’olfatto, come al gusto o al tatto. E’ quanto emerge da una ricerca della Cornell University, pubblicata sulla rivista Nature Neuroscience. “Se io e un’altra persona traiamo un piacere simile sorseggiando un buon vino o guardando il tramonto, i nostri risultati suggeriscono che cio’ dipende dal fatto che condividiamo simili modelli di attivita’ nella corteccia orbitofrontale”, spiega il coordinatore della ricerca, Adam Anderson. Il codice delle sensazioni spiega ancora l’esperto, funziona come un termometro perche’ abbraccia l’intero “range” che va da cio’ che risulta estremamente sgradevole a cio’ che invece piace molto. Per arrivare a queste conclusioni il gruppo di Anderson ha sottoposto un gruppo di volontari immagini e gusti diversi, chiedendo loro di dare una valutazione delle sensazioni provate in base ad esperienze soggettive. E’ emerso che in coloro che davano valutazioni analoghe si attivavano gli stessi meccanismi nella corteccia orbitofrontale, indipendentemente dal tipo di percezione coinvolta.