Scienza: creata la “biblioteca di Alessandria” delle piante

piantare_alberiLe caratteristiche genetiche grazie alle quali le piante riescono ad adattarsi all’ambiente sono state tutte raccolte per la prima volta in una ‘biblioteca del Dna’ delle piante unica al mondo. I ‘volumi’ al suo interno sono gli ‘interruttori’ genetici che ne garantiscono le caratteristiche, come la resistenza al freddo o al caldo, e utili per ‘progettare’ piante piu’ resistenti e produttive. Si tratta di un vasto progetto, descritto su Cell Reports, che ha coinvolto decine di istituti di ricerca internazionali, finanziato per buona parte dall’Istituto nazionale per la salute (Nih) degli Usa i cui dati sono accessibili a tutta la comunita’ scientifica. Questa enorme ‘biblioteca’ del mondo vegetale raccoglie circa 2.000 ‘copie’ dei cosiddetti fattori di trascrizione delle piante, una sorta di interruttori che attivano o spengono specifiche caratteristiche, ed e’ stata costruita grazie a oltre 8 anni di lavori e 5 milioni di dollari di finanziamenti. “I fattori di trascrizione – ha spiegato Dean Kay, uno dei responsabili del progetto – sono come dei missili intelligenti che penetrano nel nucleo delle cellule e si legano a specifiche sequenze di Dna. In questo modo regolano l’attivita’ dei geni, accendendoli o spegnendoli, in base alle esigenze della cellula in risposta all’ambiente esterno”. La ‘libreria’ sara’ quindi un potente strumento per lo studio delle piante, in particolare per comprenderne i meccanismi che permettono loro di adattarsi ai cambiamenti climatici e possibilmente ‘potenziarle’ migliorandone la resistenza o il rendimento, e quindi contrastare il crescente problema della malnutrizione mondiale.