Tecnologia: google dice addio ad Orkut, sconfitto dagli altri social network

orkutAddio Orkut, il social network di Google di cui quasi nessuno (almeno in Italia) ha mai sentito parlare chiuderà i battenti a settembre 2014. Ma Orkut non è il solo social network di cui si sono perse le tracce: sono tantissimi, nel corso degli anni, i siti web che hanno dovuto cedere al monopolio di Facebook, Twitter e Youtube. Qualcuno si ricorda ad esempio di Google Wave, 360, Kickstart e Mash? E la lista continua: AvatarsUnited, Pownce, Regeit, Sixdegrees, Bahu…

Ma cos’è questo Orkut? E chi lo usava? In alcuni Paesi emergenti, come il Brasile, il sito aveva preso molto piede, ma nel resto del mondo ha sofferto della concorrenza di Facebook, presente ormai praticamente ovunque, a parte che in Cina. Nato una decina d’anni fa, oggi Orkut si avvia sul viale del tramonto, un po’ come Google Plus, considerato da molti come un social di serie B, utilizzato dai webmaster soltanto per pubblicizzare i propri articoli e sfruttare la spinta data da mamma Google ai contenuti condivisi sul suo social. Mountain View, comunque, afferma di volersi concentrare su altre piattaforme, come appunto Google Plus, Blogger e Youtube, quest’ultimo in continua ascesa.

Se qualcuno di voi utilizzava Orkut, comunque, niente paura: sarà possibile esportare tutti i dati dei profili, i messaggi e le foto, utilizzando il servizio Google Takeout, disponibile fino a settembre 2016. Al momento si stima che il 50% degli utenti di Orkut sia in Brasile, il 20% in India e circa il 18% negli USA. In Italia: dato non pervenuto. Ma considerando quanto sia popolare da noi Facebook, possiamo immaginare la risposta.