Tecnologia e vulcani: coi radar anticenere mai più chiusura degli spazi aerei

MeteoWeb

cenere_etnaMai piu’ spazi aerei chiusi a causa delle ceneri di un’eruzione vulcanica, come ad esempio la paralisi ed il caos dei voli in tutta Europa registrato per l’attivita’ intensa dei vulcani islandesi nel 2010. Tradotto in italiano, significherebbe mai piu’ voli cancellati o dirottati sulle rotte siciliane a causa delle eruzioni dell’Etna. Questo e’ l’obiettivo, sempre piu’ vicino, della tecnologia AVOID di rilevamento delle ceneri vulcaniche nei sistemi di navigazione aerea, che grazie all’accordo annunciato oggi tra il vettore easyJet, l’azienda Nicarnica Aviation sviluppatrice di AVOID e la Elbit Systems per la realizzazione finale, portera’ alla produzione di questa piattaforma nel 2015, con easyJet che potra’ installare cosi’ per prima al mondo sui suoi aerei le unita’ del sistema di rilevamento. In sintesi, AVOID puo’ essere paragonato a un radar meteorologico per l’identificazione delle ceneri. Creato da Fred Prata di Nicarnica Aviation, il sistema utilizza una tecnologia a infrarossi adattata ad essere installata sugli aeromobili per fornire immagini ai piloti e al centro di controllo operativo della compagnia. Le immagini ottenute consentiranno ai piloti di vedere nubi di cenere fino a 100 km davanti al velivolo e ad altitudini comprese tra 5.000 e 50.000 piedi, permettendo loro di fare piccoli aggiustamenti della rotta al fine di poterle evitare. Il concetto e’ molto simile a quello dei radar meteo che oggi sono di serie sugli aeromobili commerciali. Inoltre, le informazioni raccolte in volo dalla questa tecnologia innovativa potranno essere usate per elaborare in tempo reale un’accurata immagine della nuvola di ceneri vulcaniche, che come detto permettera’ di poter mantenere aperte vaste aree di spazio aereo altrimenti preventivamente chiuse durante le eruzioni, minimizzando i disagi per i passeggeri. La tecnologia e’ stata gia’ testata da Airbus lo scorso novembre attraverso un particolare esperimento che ha permesso di creare una nuvola artificiale di cenere vulcanica.