Allerta Meteo, maltempo al centro/sud: mappe e previsioni dell’aeronautica militare

/
MeteoWeb

1Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia. Situazione: un minimo depressionario tende a stazionare sul basso Adriatico, conseguentemente le zone interne dell’Italia meridionale peninsulare, cosi’ come quelle dei settori centrali adriatici, l’Emilia Romagna, saranno caratterizzate da una moderata instabilita’, soprattutto durante le ore pomeridiane. Instabilita’ termoconvettiva pomeridiana interessera’ anche i settori prealpini e alpini. Tempo previsto fino alle 24 di oggi. Nord: nuvolosita’ estesa sull’arco alpino e prealpino e sulle aree appenniniche con precipitazioni pomeridiane, i fenomeni sparsi a prevalente carattere di rovescio o temporale tenderanno a terminare in serata. Sulle aree pianeggianti dell’Emilia Romagna nuvolosita’ estesa sin dal mattino con residue precipitazioni e locali foschie sulle aree costiere, nel coso della mattinata si esauriscono temporaneamente le precipitazioni, ma nel pomeriggio probabilita’ di precipitazioni diffuse. Sulle restanti zone ampie schiarite si alterneranno a nuvolosita’ a tratti intensa ma senza fenomeni associati al mattino, nelle ore pomeridiane probabilita’ di piogge sul Friuli Venezia Giulia e Liguria, piu’ occasionali e meno probabili i fenomeni sulle restanti zone. Schiarite via via piu’ ampie si presenteranno dal tardo pomeriggio-sera sul settore occidentale. Centro e Sardegna: sulle regioni adriatiche ed appenniniche inizialmente alternanza tra ampie schiarite ed addensamenti anche consistenti ma senza fenomeni di rilievo, sviluppo nel pomeriggio di rovesci e temporali sparsi, in serata possibilita’ di persistenza di deboli piogge solo sull’Abruzzo; cielo poco nuvoloso sulle regioni tirreniche al mattino, qualche nube in piu’ sulla Toscana e basso Lazio ma senza fenomeni associati. Nuvolosita’ in aumento pomeridiano, con associati isolati rovesci o temporali nelle zone interne prossime ai rilievi, alla serata nuovamente cielo generalmente poco nuvoloso; condizioni di stabilita’ sull’isola con prevalenza di soleggiamento nel corso della giornata. Sud e Sicilia: poche nubi sulla Sicilia, piu’ estese sulle coste tirreniche, dove non si escludono isolati rovesci o temporali durante la prima parte del giorno; su Molise e Puglia nuvolosita’ estesa soprattutto lungo le aree costiere e possibilita’ di precipitazioni localmente a carattere temporalesco di moderata o forte intensita’ nella prima parte della giornata. Attenuazione di nubi e fenomeni dal pomeriggio; cielo da parzialmente a molto nuvoloso sulle restanti regini peninsulari Tendenza ad un aumento della nuvolosita’ nel corso della giornata. Nel pomeriggio, specie nelle zone interne, precipitazioni sparse a prevalente carattere di rovescio o temporale. In serata le nubi si diradano e la probabilita’ di precipitazioni risulta scarsa ovunque. Temperature: minime in generale lieve aumento sulle regioni nord-occidentali e centro-occidentali, senza variazioni di rilievo sulle restanti zone; massime in diminuzione sul nord-ovest, su Basilicata e Puglia settentrionale, in lieve aumento sul restante settentrione e sul centro peninsulare, stazionarie altrove. Venti: deboli nord-occidentali, con locali rinforzi, sulle due isole maggiori; deboli di direzione variabile al nord; deboli dai quadranti settentrionali sulla restante parte del territorio. Mari: mosso il Tirreno localmente molto mosso il Tirreno nei suoi settori centrali; mosso lo Stretto di Sicilia, lo Jonio al largo, il medio ed alto Adriatico; in genere poco mossi tutti gli altri bacini.

2Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di domani. Nord: nelle prime ore del giorno cielo in prevalenza sereno o poco nuvoloso su Val d’Aosta, Piemonte e Ponente ligure, con nubi invece abbastanza diffuse sebbene per lo piu’ innocue, sul resto del nord, pur con schiarite a tratti piu’ ampie sul Friuli Venezia Giulia. Nelle ore centrali della giornata le nubi tenderanno ad assumere maggiore consistenza e compattezza sulle zone alpine e prealpine centro-orientali, sull’Appennino ligure, su quello tosco-emiliano e sui monti e colline compresi tra Emilia Romagna e Marche, dove arriveranno dei rovesci o isolati temporali. Fenomeni che nella serata cesseranno ovunque, ma con tendenza a nuovo aumento della nuvolosita’ sulle Alpi occidentali e sul Piemonte. Centro e Sardegna: cielo sereno o poco nuvoloso sulla Sardegna. Nuvolosita’ irregolare anche compatta sul centro peninsulare, con rovesci sparsi e isolati temporali su Marche, Abruzzo e basso Lazio specie tra la tarda mattina e il primo pomeriggio. Precipitazioni piu’ isolate invece su Toscana, Umbria e alto Lazio, sempre piu’ probabili nelle ore centrali della giornata. Dal tardo pomeriggio e soprattutto nella serata, tendenza ad ampie schiarite, fatta eccezione per la persistenza di annuvolamenti lungo le coste di Marche e Abruzzo e sul settore meridionale del Lazio. Sud e Sicilia: nuvolosita’ variabile sulla Sicilia, piu’ diffusa sul settore settentrionale e orientale dell’isola, dove a ridosso dei monti potranno arrivare dei rovesci o isolati temporali. Cielo molto nuvoloso o coperto sul resto del sud, con precipitazioni sparse che su Campania, Basilicata tirrenica, Calabria tirrenica, Puglia e settore costiero del Molise potranno assumere anche carattere temporalesco. Fenomeni che nella serata andranno esaurendosi, pur persistendo tuttavia piu’ a lungo sulle coste adriatiche della Puglia e sulla Calabria meridionale. Temperature: minime stazionarie su tutte le regioni. Massime in aumento al nord, in diminuzione al centro e sulla Campania e senza variazioni importanti sul resto del paese. Venti: deboli variabili al nord, salvo rinforzi dai quadranti settentrionali lungo le coste di Veneto ed Emilia Romagna. Da deboli a moderati mediamente settentrionali sul resto del paese, con rinforzi sull’appennino centrale, sulle coste di Marche e Abruzzo, sull’alto Lazio, sulla Sicilia e sulla Calabria tirrenica. Mari: mossi l’Adriatico, lo Stretto di Sicilia ed il Tirreno, con moto ondoso in aumento fino a molto mossi sul settore centrale di quest’ultimo. Generalmente poco mossi tutti gli altri mari.