Bestia d’uomo: la rivoluzionaria filosofia per il rispetto verso gli amici animali

MeteoWeb

COPERTINA BESTIA D'UOMODa oggi 11/09 arriva in Italia il nuovo fumetto sulla visione del “mondo alla rovescia” di Jean Pierre Dirick, autore e fumettista francese, che illustra una realtà capovolta della nostra società: uomini che scodinzolano per portare il giornale ai loro padroni animali, donne gatto che indossano soprabiti di pelle umana, esseri umani ingabbiati e addomesticati come tigri da circo: questi alcuni dei paradossi sociali che Dirick propone per raccontare un appassionante viaggio all’interno di un mondo capovolto. L’autore inverte i luoghi comuni con spunti di riflessione finalizzati a sensibilizzare i lettori sul tema del rispetto per gli animali.

I tratti ironici e precisi del fumetto, aiutano l’autore a “girare la quotidianità” portando i lettori a riflettere sul comportamento degli uomini nei confronti degli animali, sottoposti ad ogni tipo di esperimento e maltrattamento. La filosofia di Dirick supera le Alpi portando anche in Italia la forte valenza pedagogica che l’accompagna, un divertente e profondo faccia a faccia con un grande tema di attualità.

Il pensiero dell’autore è il trait d’unione dei suoi fumetti, soprattutto di Bestia D’Uomo: suspense e adrenalina sono gli elementi principali di questo racconto che illustra il mondo immaginato da Dirick. Bestia D’Uomo è una lettura leggera dal significato profondo, un impegno quello dell’autore rivolto all’educazione dei bambini e alla riflessione dei più grandi, al piacere di avere un amico animale e alla necessità di rispettarlo.

SINOSSI:
In Bestia d’uomo Toni Cagnaccio, malvivente senza scrupoli, vuole distruggere la sopravvivenza della specie umana; la sfida de L’Ispettore Fido e del suo inseparabile aiutante Ran D’Agio, è di fermare il traffico illegale di soprabiti di pelle umana. Riusciranno i nostri amici a salvare gli umani da una terribile fine?