Biodiversità: le foche grigie tornano in grandi numeri nell’estuario del Tamigi

MeteoWeb

focheDall’Inghilterra arrivano notizie positive per la biodiversita’: la popolazione di foche che vive sull’estuario del Tamigi e’ in netto aumento. Una nuova indagine rivela che i numeri della specie sono ritornati ai livelli naturali dopo secoli di abbattimento per la loro carne e pelliccia. L’analisi, condotta dalla Societa’ Zoologica di Londra (ZSL) durante la stagione della muta in agosto, ha scoperto un aumento dalla popolazione di foche presente alla foce del Tamigi: rispetto alla prima indagine del 2013, l’equipe di ricerca ha scoperto un “leggero aumento” della popolazione a 679 esemplari, mentre gli avvistamenti di foche grigie sono “piu’ che raddoppiati”, arrivando ad essere 449. “Per la prima volta nella storia del Regno Unito abbiamo visto le foche tornare verso i loro numeri naturali,” ha detto al Guardian, Joanna Barker, ambientalista del ZSL. “Le foche grigie nel Suffolk, Norfolk e nel Walsh stanno rapidamente aumentando e stiamo vedendo anche piu’ aree di allevamento per i cuccioli”. Nonostante non siano ancora state individuate aree “nursery” nell’estuario del Tamigi, la stabilita’ della popolazione di foca grigia e’ un’ottima notizia anche considerando il calo scoperto nelle altre grandi popolazioni del Regno Unito. “Abbiamo iniziato a vedere grandi declini nelle popolazioni scozzesi di foche negli ultimi cinque anni; per questo siamo molto interessati a tenere d’occhio le foche nel Tamigi”, ha aggiunto Barker.