Capodogli spiaggiati: rilevati gas nel sangue, probabile trauma da attività in mare

MeteoWeb

vasto02Presenza di gas nei vasi sanguigni dei tre capodogli morti ieri a Vasto, probabile conseguenza di una riemersione troppo rapida, la cui causa potrebbe essere un trauma improvviso come quelli provocati dalle attivita’ di prospezione con tecnica air-gun. A riferirlo all’ANSA Vincenzo Olivieri del Centro studi cetacei onlus. La presenza di gas “vuol dire che quanto accaduto – spiega Olivieri – potrebbe essere messo in correlazione con le attivita’ di ricerca petrolifera. Tecniche come l’air-gun producono un rumore fortissimo che spaventa e disorienta i capodogli. Questo trauma porta i cetacei a una riemersione troppo rapida, la cui conseguenza e’ la permanenza di gas nei vasi sanguigni. E’ simile a cio’ che accade ai sub colpiti da embolia in seguito a una mancata decompressione”.