Clima: 1 mln di persone in tutto il mondo per la marcia globale

MeteoWeb

GREENPEACE: GIORNATA MONDIALE DELL?AMBIENTE, LE IMMAGINI DELLE CONSEGUENZE DEI CAMBIAMENTI CLIMATICIUn milione di persone in tutto il mondo parteciperanno alla Marcia Globale per il Clima. E’ questa la stima degli organizzatori dell’appuntamento globale che a Roma si svolgerà domenica prossima, 21 settembre, a Via dei Fori Imperiali con il titolo “New York chiama Roma”, iniziativa del Coordinamento Power Shift Italia promossa e organizzata dall’Italian Climate Network, Legambiente e Kyoto Club in collaborazione con Avaaz Italia e con l’adesione di più di 20 organizzazioni che hanno già risposto all’appello per il Clima. L’evento è parte della giornata di mobilitazione globale ”Global Day of Action”, iniziativa promossa da più di 950 associazioni in occasione del prossimo appuntamento climatico internazionale, il Climate Summit (23 Settembre, New York), convocato dal Segretario Generale Ban Ki-moon ai margini della 69esima Assemblea Generale Onu. ”New York chiama Roma” si terrà infatti contemporanea con la People’s Climate March di New York, la manifestazione per il Clima più grande mai organizzata, e di migliaia di eventi in tutto il mondo.(segue) (Adnkronos) – Il problema dei cambiamenti climatici diventa sempre più evidente: profughi ambientali, desertificazione, innalzamento del livello dei mari, eventi estremi sempre più frequenti e intensi sono solo alcuni degli effetti del surriscaldamento globale causato dai gas a effetto serra prodotti dalle attività antropiche. Gli ultimi dati, infatti, confermano un trend di aumento di Co2 e degli altri gas ad effetto serra, facendo registrare un nuovo record di emissioni. Stiamo rapidamente raggiungendo la soglia di 400ppm di concentrazione delle emissioni in atmosfera: un numero preoccupante, che mette a serio rischio la vita del nostro pianeta e delle future generazioni. Il segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-Moon ha convocato per il 23 settembre il Summit sul Clima 2014 con l’obiettivo di discutere, insieme ai Capi di Stato, gli impegni di contenimento delle emissioni in vista dell’accordo globale sul Clima atteso a fine del 2015 nella Conferenza delle Parti di Parigi. In vista del Summit, sono tre le richieste delle organizzazioni italiane che scenderanno in piazza il 21 settembre: che il tema del cambiamenti climatici diventi un punto prioritario nell’agenda di governo; che l’Italia sia portatrice in Europa di una visione lungimirante e ambiziosa sulla definizione dei nuovi obiettivi al 2030 proponendo +40% di risparmio energetico, +45% di fonti rinnovabili, -55% di riduzione di Co2; che l’Italia contribuisca al Fondo Verde per il Clima e mantenga fede agli impegni assunti a Copenaghen in tema di finanza per il Clima. Diverse le attività che si svolgeranno nella capitale: si partirà al Colosseo alle ore 15 con la realizzazione di una spettacolare coreografia e una foto simbolica; alle 16 partirà la Biciclettata per il Clima per consegnare la petizione ”100% energie pulite” a istituzioni locali e nazionali; a via dei Fori Imperiali, dalle 17.00, stand delle associazioni aderenti, maxi schermo con la diretta della Marcia sul Clima di New York e musica dal vivo. Le immagini dell’evento verranno proiettate sugli schermi di Times Square a New York. L’appuntamento è realizzato grazie al contributo di Deep Blue srl e del progetto EcoLifeStyles for Co2 reduction, co-finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Life+.