Clima: l’uomo ha contribuito a 9 dei 16 eventi più disastrosi del 2013

MeteoWeb

GREENPEACE: GIORNATA MONDIALE DELL?AMBIENTE, LE IMMAGINI DELLE CONSEGUENZE DEI CAMBIAMENTI CLIMATICIIn almeno nove dei 16 eventi meteorologici mondiali piu’ disastrosi del 2013 c’e’ sicuramente un contributo dei cambiamenti climatici causati dall’uomo. Lo afferma un rapporto coordinato dal Noaa pubblicato dal Bulletin of the American Meteorological Society. I ricercatori di 20 gruppi diversi hanno esaminato gli eventi cercando di calcolare sulla base dei modelli di clima e matematici se le attivita’ umane come l’emissione di gas serra aumentavano o diminuivano la loro probabilita’. In nove casi, le ondate di calore in Australia, Europa, Cina, Giappone e Corea, le piogge intense negli Usa e in India e le siccita’ in California e Nuova Zelanda, i cambiamenti climatici hanno giocato un ruolo aumentando la probabilita’ del loro arrivo. Nei casi delle tempeste di neve in Sud Dakota, di quelle in Germania e sui Pirenei, della pioggia insistente in Colorado, sud e centro Europa e della primavera eccezionalmente fredda in Gran Bretagna invece non e’ stato trovato nessun legame con la ‘febbre del pianeta’, che anzi avrebbe dovuto renderli meno probabili. ”In ogni evento estremo c’e’ sempre una componente dovuta alla variabilita’ naturale – spiega Tom Karl, direttore del Noaa National Climatic Data Center – non e’ mai un singolo fattore a determinarli”.