Deraglia un treno regionale, ma è solo un’esercitazione antisismica

MeteoWeb

albero sui binariUn terremoto fa deragliare un treno regionale con circa 90 passeggeri a bordo e un principio d’incendio a bordo fa intervenire i Vigili del Fuoco. Obiettivo: evacuare in fretta la zona e portare soccorso ai feriti. Questo lo scenario dell’esercitazione che si e’ svolta ieri sera, dalle 21.30 alle 23, fra la stazione di Antrodoco Borgo Velino e la fermata di Antrodoco Centro, sulla linea Sulmona – l’Aquila – Rieti -Terni. Protagonista della simulazione il Gruppo FS Italiane con il coordinamento della Prefettura di Rieti, le strutture operative della Protezione Civile, l’Associazione Valle del Velino, i Vigili del Fuoco di Rieti, Associazioni di volontariato 118, la Polizia Ferroviaria, la Polizia stradale di Rieti, i Carabinieri di Antrodoco, Umbria Mobilita’ e il comune di Antrodoco. Il personale di Rete Ferroviaria Italiana in servizio ha chiesto l’intervento dei Vigili del Fuoco e del 118. Sono state allertate le sale operative delle Forze di Polizia, della Protezione Civile e della Polizia ferroviaria, che ha delimitato e presidiato la zona, ed e’ stato allertato il centralino della Prefettura. Particolare attenzione e’ stata riservata alla verifica dell’efficacia e della rapidita’ dell’attivazione delle procedure per la gestione delle emergenze, specialmente nei minuti precedente all’arrivo dei soccorsi, nonche’ la capacita’ d’intervento e la tempistica per il ripristino del funzionamento della linea ferroviaria. Obiettivo comune dei soggetti coinvolti nell’esercitazione e’ stato quello di testare i piani di emergenza e collaudare sul campo il sistema di intervento tecnico e di assistenza. E’ stato simulato un evento sismico perche’ in questa zona e’ un’emergenza classificata dal Dipartimento della Protezione Civile di prima fascia che per intensita’ ed estensione, deve essere fronteggiata con mezzi e poteri straordinari. L’esercitazione, che avviene solo dopo la formazione di tutti gli attori coinvolti, oltre 160 persone, rientra tra le iniziative programmate periodicamente in collaborazione con le strutture del territorio, per migliorare gli standard di sicurezza e la tutela delle persone, delle cose e dell’ambiente tenuto conto, dei protocolli d’intesa stipulati tra il Gruppo FS Italiane, Protezione Civile regionale e 118 nell’ottica di consolidare e sviluppare le attivita’ di prevenzione e gestione delle emergenze in ambito ferroviario. Nessuna ripercussione sulla circolazione dei treni.