Ebola: l’OMS cambia le procedure di sicurezza in Sierra Leone

MeteoWeb

LIBERIA-WAFRICA-HEALTH-EBOLAL’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha deciso di cambiare le procedure di sicurezza riguardanti il proprio personale in Sierra Leone, dopo che un epidemiologo senegalese che lavorava nel Paese è stato contagiato dal virus Ebola. Lo ha annunciato la portavoce dell’Oms Nyka Alexander, precisando che le aree in cui vivono e lavorano i collaboratori dell’Oms in Sierra Leone sono stati ampliati, in modo che non vivano in spazi ristretti e non debbano più condividere gli spazi vitali con personale di altre agenzie. Altre modifiche sono state apportate alle procedure lavorative, fra cui l’aumento dei controlli della temperatura corporea di tutte le persone che entrano negli uffici dell’Oms o nelle aree abitative. Dopo il contagio dell’epidemiologo senegalese, ha aggiunto la portavoce, è stata eseguita un’indagine su come si sia ammalato. Il rapporto sull’inchiesta è “piuttosto chiaro” su come lo scienziato sia stato infettato, ma l’Oms ha deciso di non rivelare alcun dettaglio in merito. Una seconda indagine sulle modalità dell’infezione è stata avviata, ha proseguito Alexander, aggiungendo che l’Oms ha raccomandato al governo della Sierra Leone di smettere di accettare nuovi pazienti nelle clinica in cui è avvenuto il contagio dell’uomo.