Ebola: su Nature nuove prove dell’efficacia del vaccino

MeteoWeb

ricerca medica 1Un’immunità a lungo termine contro il virus Ebola altamente letale Zaire, quello che attualmente si sta diffondendo attraverso l’Africa occidentale. A generarla nei macachi il vaccino basato sul vettore adenovirus scimpanzé-derivato ChAd3. Il prodotto sta per essere testato in fase 1 di sperimentazione sull’uomo e viene prodotto in Italia. Intanto, la nuova ricerca, pubblicata su ‘Nature Medicine’ di questa settimana, aggiunge prove della sua efficacia su modello animale. Gli esperti dei National Institutes of Health di Bethesda hanno inoculato il vaccino anche in un secondo momento, con un diverso vettore, e questa si è rivelata la combinazione più efficace. Ma anche una sola somministrazione del vaccino ChAd3 ha fornito una protezione completa a breve termine, e parziale a lungo termine. E’ la prima volta che gli scienziati testano la copertura a 10 mesi: esami precedenti su animali si erano fermati a soli 4-5 settimane dopo la vaccinazione. Gli autori concludono che questo vaccino potrebbe potenzialmente contribuire a contenere la diffusione del’Ebola in Africa.