Fenomeni estremi: i tornado arrivano sempre più in anticipo

MeteoWeb

tornadoI tornado arrivano sempre prima: in un nuovo rapporto della Montana State University, e’ stato rivelato come la parte piu’ attiva della stagione dei particolari fenomeni meteorologici sopraggiunga fino a due settimane prima rispetto a quanto abbia fatto mezzo secolo fa. I ricercatori hanno analizzato i tornado dal 1954 al 2009 nella cosiddetta “Tornado Alley” , l’area situata nel cuore degli stati del centro e del sud degli Stati Uniti, tra cui Louisiana, Nebraska, Kansas, Oklahoma e Texas. I risultati hanno dimostrato che l’attivita’ di picco della stagione si e’ spostata in media di circa sette giorni prima rispetto a cio’ che avveniva alla meta’ del secolo scorso, un dato che poi per alcuni stati arriva addirittura a 14 giorni prima. Secondo l’analisi il picco della stagione si e’ infatti spostato “all’indietro” di circa 1,55 giorni in ogni decennio; cosi’ facendo al centro della Tornado Alley, il momento di culmine ora si verifica in genere il 19 maggio, in contrapposizione al 26 maggio del 1950. Secondo i ricercatori il nuovo studio potrebbe aiutare i residenti della Tornado Alley a sapere quando prepararsi all’arrivo del violento fenomeno meteorologico. Ogni anno infatti, circa 1.300 tornado colpiscono gli Stati Uniti, uccidendo in media 60 persone. Nel 2014, la maggior parte dei 209 eventi distruttivi avvenuti sul suolo statunitense si sono verificati a maggio e le tempeste che hanno procurato morti in aprile.