Forti mareggiate rischiano di abbattersi sulle coste russe e georgiane affacciate sul mar Nero, possibili danni nelle spiagge di Soci e Batumi

MeteoWeb

mar neroI forti venti occidentali che dalla prossima serata cominceranno a spazzare, con grande forza, il bacino del mar Nero, con raffiche ad oltre 80-90 km/h, a seguito dell’approfondimento di una giovane depressione extratropicale nell’est dell’Ucraina, con un minimo fino a 985 hpa (molto profondo), alzeranno un imponente moto ondoso, creando onde alte sui 3-4 metri che si spingeranno in direzione delle coste russe meridionali e in quelle della Georgia occidentale. Nella mattinata di domani queste imponenti ondate, sollevate dai forti venti da Ovest in azione sul mar Nero, raggiungeranno le coste russe meridionali, in particolare il tratto costiero di Soci, creando non pochi danni sull’intero litorale, visto l’ingresso di onde alte fino a 4 metri. Le forti mareggiate, seppur in forma ridotta, investiranno in seguito anche le coste georgiane, interessando più direttamente la famosa spiaggia di Batumi che nel corso della giornata di domani rischia di subire danni veramente ingenti.