India, alluvione nel Kashmir: il bilancio delle vittime non fa che peggiorare

MeteoWeb

alluvione indiaOltre 120 persone sono morte negli ultimi giorni nella regione del Kashmir indiano colpito da forti piogge monsoniche che hanno provocato inondazioni e straripamenti. Lo riferisce oggi l’agenzia di stampa Ians. Tra le vittime ci sono anche nove militari che erano impegnati da stamane nelle operazioni di soccorso sul fiume Jhelum. Finora circa 5 mila residenti sono stati portati in salvo del distretto di Pulwana, maggiormente colpito dal maltempo. Nella nottata sono stati recuperati i corpi di 14 persone che erano state travolte da una frana nel distretto di Rajouri. Secondo l’ufficio meteorologico indiano, si tratta delle piu’ gravi inondazioni mai registrate nella regione himalayana che fa parte dello Stato indiano di Jammu e Kashmir. Ma in base alle previsioni, a partire da oggi, la perturbazione dovrebbe esaurirsi. Dopo cinque giorni di pioggia, e’ scattato l’allarme anche nel capoluogo di Srinagar, dove molti quartieri sono allagati. Rimane chiusa anche la principale arteria stradale Srinagar-Jammu, l’unica che collega la vallata al resto dell’India. Inoltre ci sarebbero 25 mila pellegrini induisti bloccati in un accampamento dopo che una frana ha bloccato un sentiero verso il santuario di Mata Vaishno Devi. L’incidente piu’ grave si era verificato giovedi’ quando un autobus con a bordo una comitiva di invitati a un matrimonio era precipitato in un fiume in piena. Nella sciagura sono morte 60 persone secondo un bilancio aggiornato.