L’uragano Odile si abbatte sul nordovest del Messico: venti a 205 km/h

MeteoWeb

Mexico Hurricane OdileL’uragano Odile si è abbattuto sulla penisola messicana di Bassa California con venti che raggiungono a tratti 205 chilometri orari. Lo ha riferito il Centro nazionale uragani Usa di Miami, precisando il centro dell’uragano ha toccato la terraferma intorno alle 21.45 di domenica ora locale (le 6.45 di stamattina in Italia) vicino a Cabo San Lucas. Una stazione meteorologica situata nella zona ha registrato venti sostenuti a 144 chilometri orari e raffiche a 187 chilometri orari. Attualmente Odile si sta spostando verso nord-nordovest a 28 chilometri orari. Nella notte residenti e turisti si sono recati per precauzione in rifugi e nelle sale conferenze degli hotel. Secondo le previsioni, l’uragano porterà con sé onde alte e piogge forti, che potrebbero provocare frane e allagamenti. Luis Felipe Puente, il coordinatore nazionale dell’agenzia di protezione civile messicana, ha fatto sapere che le autorità hanno predisposto 164 rifugi per 30mila persone nello Stato di Bassa California del Sud. “Saremo colpiti, non mettete a rischio le vostre vite”, ha avvertito la popolazione il governatore dello Stato, Marcos Covarrubias. Dopo aver raggiunto ieri la categoria 4 nella scala di pericolosità degli uragani, Odile si è indebolito ed è stato declassato alla categoria 3. Almeno 22 voli sono stati cancellati a causa del maltempo e alcuni turisti si sono accampati nell’aeroporto internazionale di Los Cabos, che ha sospeso tutti i collegamenti ieri pomeriggio. Un allarme uragani è in vigore da Punta Abreojos fino a Loreto e le autorità del Messico hanno dichiarato la massima allerta per tutte le zone che si trovano sulla strada di Odile. Tutti i porti della Bassa California sono stati chiusi. Intanto nella zona centrale dell’oceano Atlantico, 1.345 chilometri a nordest delle isole Sottovento, l’uragano Edouard si sta spostando verso il nordovest a 24 chilometri orari. L’uragano porta con sé venti sostenuti a 140 chilometri orari, ma dovrebbe restare confinato in mare e non sono previsti rischi per la terraferma.