Maltempo Ancona: presto nuovo pontile per le vongolare

MeteoWeb

nave ancona5Le vongolare del porto di Ancona avranno un nuovo pontile galleggiante per l’attracco, al posto di quello distrutto dalla Superfast 11 il 23 settembre, quando una bufera con venti a 120 km orari ha disancorato il traghetto spingendolo contro sei motopesca, due dei quali affondati. ”Provvisoriamente – spiega il comandante in seconda della Capitaneria di Porto Felice Tedone – le vongolare sono state spostate su altre banchine, ma si tratta appunto di una soluzione temporanea: le banchine sono destinate infatti ad altre navi e altre attivita”’. Il nuovo pontile potrebbe avere un orientamento ”leggermente diverso, o essere accorciato, per scongiurare incidenti come quello della settimana scorsa”. Oggi intanto dovrebbe essere ultimato il recupero dell’ultimo peschereccio naufragato, con il supporto di mezzi e sub privati e dei vigili del fuoco. Vengono riportati a riva anche gli ormeggi finiti sul fondale marino, mentre la valutazione complessiva dei danni non si discosta dalla stima iniziale: circa 2 milioni di euro, di cui 300-400 mila euro per le opere portuali. Tedone ricorda che tutte le spese per il ripristino dei danni strutturali sono garantite dallo Stato e ”coperte dalla compagnia greca Superfast, cosi’ come prevede il Codice della navigazione”. Attraverso la propria societa’ assicuratrice la Superfast dovra’ trovare un accordo per rifondere anche i danni subiti dai pescherecci. ”Fortunatamente – conferma il comandante in seconda – non ci sono stati sversamenti di carburante in mare e sul versante ambientale il porto non ha subito contraccolpi”. L’indagine amministrativa va avanti, e fino a questo momento non sono ipotizzabili strascichi penali.