Maltempo, strada chiusa da giugno a Napoli: 22 pini a rischio crollo

MeteoWeb

strada-chiusa-3“Sono 22 i pini ad alto fusto da abbattere in via Vecchia San Rocco perche’ a rischio crollo. Lo dice in una nota indirizzata alla terza Municipalita’ la perizia tecnica redatta da Vincenzo Ambrosino”. A lanciare l’allarme e’ Giuliana Di Sarno, presidente della terza Municipalita’, che dopo aver effettuato lo scorso luglio un sopralluogo nella strada chiusa dal 16 giugno, giorno in cui una violenta bomba d’acqua si abbatte’ su Napoli, rende nota la perizia redatta dall’agronomo. “La strada e’ chiusa da circa tre mesi – ha dichiarato Di Sarno – perche’ esiste un pericolo concreto, come accertato dai tecnici di Palazzo San Giacomo. Il Comune ha, infatti, diffidato i proprietari dei terreni che insistono su entrambi i lati della carreggiata ad eliminare il pericolo ed avviare la messa in sicurezza. La relazione di uno degli agronomi delle due proprieta’ che insistono sulla strada parla chiaro: “…considerata la vicinanza degli alberi ad una strada comunale, in via Vecchia San Rocco, nonche’ alle strade interne aperte anche al pubblico passaggio pedonale e/o carraio, si ritiene necessario procedere all’abbattimento di tutti e 22 alberi, eseguendo con estrema urgenza il taglio degli esemplari identificati con i numeri 3,4,5 e quindi successivamente degli altri”. Quei pini devono essere abbattuti, perche’ molti sono malati – si legge ancora nella relazione: “il deperimento in atto della chioma comportera’ nel tempo un pari deperimento anche dell’apparato radicale non piu’ alimentato dai prodotti della fotosintesi e lo stesso, una volta compromesso, comportera’ l’improvvisa caduta dell’albero”. Il rischio crollo dunque e’ paventato: “un fungo, come mi e’ stato spiegato dagli esperti, ha attaccato molti pini – ha spiegato la Di Sarno – ed ha letteralmente “mangiato” loro la corteccia. Cio’ significa che basterebbe una folata di vento o una pioggia battente come quella sopraggiunta oggi a far crollare quegli alberi. Ecco perche’ si deve intervenire con urgenza”. Via Vecchia San Rocco e’ interdetta alla circolazione dal 16 giugno. Un disagio non da poco per gli automobilisti, poiche’ l’arteria snellisce di gran lunga il traffico veicolare nella zona ospedaliera e dei Colli Aminei. “La chiusura della strada – ha sottolineato Di Sarno – ha danneggiato anche le attivita’ commerciali che vi hanno sede, come quella di una carrozzeria auto, che tra poco sara’ costretta a dichiarare cessazione di attivita’. Inoltre, auspico che la strada venga riaperta prima della riapertura delle scuole, poiche’ lo slittamento causerebbe altri disagi. Ma il mio appello va soprattutto alla Soprintendenza per i Beni Paesaggistici, che spero dia l’autorizzazione all’abbattimento dei pini a tutela della pubblica e privata incolumita’. Non vorremmo che anche in via Vecchia San Rocco accadesse una tragedia, ne’ che la chiusura perdurasse due anni, come e’ gia’ avvenuto per via Nicolardi”.