Maltempo di venerdì scorso in Toscana: i monaci di San Miniato chiedono aiuto

MeteoWeb

San MiniatoChiedono, con “vivo imbarazzo” un contributo economico per aiutarli a riparare i danni provocati dalla tempesta che ha colpito Firenze venerdi’ scorso. Gli “scarni bilanci” della comunita’ non consentono di sostenere le spese ed e’ necessario ricucire il prima possibile “le orrende lacerazioni sulle vetrate della basilica e dell’abbazia” e mettere al riparo i beni custoditi al loro interno. Questo l’appello rivolto dai monaci della romanica abbazia di San Miniato al Monte a Firenze a quanti amano il loro monastero. “Fra le piu’ dolorose conseguenze” del maltempoche ha ferito “il prezioso tessuto storico e artistico della nostra citta’ – scrivono sul sito dell’abbazia dove sono riportate le indicazioni per le donazioni -, vi e’ la rottura delle vetrate di tutte le finestre monumentali della facciata romanica della basilica e delle bifore neogotiche del Palazzo dei Vescovi, l’edificio duecentesco che ospita la raccolta d’arte sacra dell’abbazia e altri ambienti vitali della nostra comunita’. In ognuna di queste finestre sono innumerevoli i tondi di vetro soffiato risalenti al primo Novecento andati distrutti dalla furia della sassaiola ghiacciata che in molti casi ha pure divelto l’originale intelaiatura a piombo che teneva ferme in uno splendido reticolo geometrico i dischi vitrei. Il restauro, che gia’ a suo tempo avevamo a nostre spese affrontato per due delle sei bifore dello stesso Palazzo si annuncia tanto necessario quanto costoso in una misura che ben difficilmente i nostri scarni bilanci potranno sostenere. Per noi monaci, abituati dalla Regola di san Benedetto a vivere esclusivamente del lavoro delle proprie mani, e’ motivo di vivo imbarazzo chiedervi un soccorso economico, ma in questo doloroso e imprevedibile accadimento ci permettiamo di domandare alla vostra generosita’ e al vostro amore per San Miniato al Monte un aiuto”