Marte: scambio di tweet tra la sonda indiana e il rover Curiosity

MeteoWeb

tweet nasaLa navicella spaziale indiana Mangalayaan e’ stata accolta nell’orbita di Marte da un tweet della sonda americana Curiosity Rover che e’ da due anni sulla superficie del pianeta rosso. “Namaste @Mars Orbiter” ha tweettato la missione della Nasa facendo riferimento al popolare saluto indiano e congratulandosi con gli scienziati indiani del centro di ricerca spaziale Isro che ha sede a Bangalore. Per risposta la navicella spaziale Mangalayaan, nel suo primo tweet, ha risposto: “”Howdy @MarsCuriosity? Keep in touch. I’ll be around.” (Come va oggi Mars Curiosity? teniamoci in contatto. Saro’ qui intorno”). La missione indiana low cost, che costa un sesto dell’ultima sonda della Nasa arrivata in orbita due giorni fa, ha suscitato un enorme entusiasmo su social network indiani che sono stati invasi di commenti positivi anche da parte di gente comune. Al coro degli elogi si e’ unito anche il premier Narendra Modi che l’ha definita “un’impresa quasi impossibile”. L’India e’ stato il primo Paese a conquistare l’orbita di Marte al primo tentativo e il quarto a essere presente dopo Usa, Russia e Unione Europea. I costi sono stati calcolati in 74 milioni di dollari dai media. La somma “e’ inferiore a quella spesa per il film di fantascienza Gravity” ha ripetuto il premier Modi presente al momento dell’immissione in orbita. Mangalayaan (in sanscrito ‘Veicolo per Marte’) comincera’ presto la sua attivita’ di studio del pianeta e della sua atmosfera per cercare tracce di metano o altre preziose indicazioni di una possibile vita biologica. Gli scienziati indiani hanno fatto sapere che gia’ oggi gli strumenti potrebbero inviare a terra le prime immagini di Marte.