Meteo Weekend: lento colmamento del vortice sui Balcani, ancora maltempo al Sud tra sabato e domenica

MeteoWeb

grandeLa situazione sinottica sull’area euro-atlantica vede un flusso perturbato principale che scorre, ora, a latitudini molto elevate, sopra i 50° di latitudine nord. Questo flusso principale però presenta una significativa ondulazione, che proprio nelle scorse ore si è approfondita nel tratto di oceano a sud della Groenlandia. Il ramo ascendente di questa sta anticipando l’evoluzione a “CUT-OFF” della depressione extratropicale, in azione fra l’Islanda e la Scozia. A latitudini più meridionali la circolazione si presenta invece molto lenta, a causa dell’insistenza di una circolazione depressionaria, in fase di colmamento, che presenta un “gradiente barico” molto “lasco” che si unisce al promontorio anticiclonico, presente sull’Europa orientale, con un campo barico molto “lasco”. Questa circolazione depressionaria, ormai prossima al colmamento sui vicini Balcani, sta richiamando verso il medio-basso Adriatico una moderata ventilazione di ritorno da N-NE e NE che all’altezza delle coste molisane e del Gargano, tende a confluire con i venti nord-occidentali, da “gradiente”, che scorre sul basso Adriatico fino al Canale d’Otranto. La convergenza fra le correnti nord-orientali nei bassi strati e quelle nord-occidentali, in scivolamento sul basso Adriatico, sta tuttora continuando ad alimentare un significativo “forcing” convettivo, da confluenza linea venti nei bassi strati, che sostiene lo sviluppo di “Cellule temporalesche” e sistemi convettivi lungo tutto il basso Adriatico.

alluvione gargano 10L’attività convettiva, già molto intensa, sommandosi al “forcing” orografico dei rilievi del Gargano, sta producendo precipitazioni piuttosto intense localizzate nel nord della Puglia. Nella giornata di domani il “CUT-OFF” presente sul nord Atlantico si avvicinerà alla Scozia. Questa spinta verso sud-est favorirà una graduale rimonta del geopotenziale e della pressione atmosferica sul Mediterraneo centro-occidentale che accentuerà il colmamento del vortice, in allontanamento sui Balcani, favorendo un progressivo miglioramento su tutte le regioni. Eccetto le regioni centro-meridionali, che nelle prime ore della mattinata di domani faranno i conti con una residua instabilità, che apporterà ancora rovesci e temporali sparsi che investiranno il Lazio meridionale, la Campania, per poi estendersi alla Basilicata tirrenica e alla Calabria tirrenica. Una residua attività convettiva, da confluenza venti in pieno settore post-frontale, in mattinata si attarderà anche sulla Puglia, dove si potranno verificare residui rovesci di pioggia, in fase di progressivo diradamento dal pomeriggio, allorquando ampie schiarite si faranno strada fra le nubi.

21Solo da domenica il tempo, finalmente, tornerà a migliorare su tutte le regioni, con il ritorno del sole e dei cieli parzialmente nuvolosi o poco nuvolosi su buona parte del territorio nazionale. Una residua nuvolosità si attarderà ancora in mattinata fra il Salento, la Calabria e il nord-est Sicilia, dove non si escluderanno residue precipitazioni, in rapido dissolvimento dalla tarda mattinata. Da lunedì un campo barico piuttosto “lasco” prenderà possesso del Mediterraneo, garantendo condizioni di tempo stabile e maggiormente soleggiato, in un contesto climatico pienamente compatibile con quello tardo estivo, tipico per Settembre. Le temperature, pur aumentando nei valori massimi, non si spingeranno oltre la soglia dei +28°C +30°C, salvo locali eccezioni per il meridione.