Morte Daniza, Provincia di Trento: seguite tutte le procedure

MeteoWeb

danizaLa cattura e la successiva morte dell’orsa Daniza è stata commentata “con grande dispiacere” dal presidente dalla Provincia autonoma di Trento Ugo Rossi, che ha tenuto peraltro a sottolineare che il personale della Provincia ha seguito “tutti i protocolli sia giuridici che medici previsti in queste procedure” e non si capisce per quale ragione in questo caso l’esito abbia avuto diverso a quello abituale. “Anche in precedenza l’orsa aveva subito la stessa procedura seguita in questa circostanza – aggiunge – e la narcosi è stata seguita anche su uno dei due cuccioli che si è poi risvegliato e cui è stato applicato il radiocollare per poterlo seguire, sorvegliare e proteggerlo”. D’altro canto, ha proseguito Rossi, “anche se Daniza fosse stata catturata con un trappola, la narcosi sarebbe stata applicata ugualmente perché un’orsa non può essere movimetata altrimenti”. Il presidente della Provincia di Trento ha tenuto a ricordare che “nel nostro territorio sono nati 76 cuccioli”, che “testimonia la grande attenzione che il Trentino nutre per la fauna selvatica”.