New York: 100mila persone alla marcia contro i cambiamenti climatici

MeteoWeb

marcia clima new yorkDecine di migliaia di persone hanno preso parte alle manifestazioni che si sono svolte ieri a New York contro i cambiamenti climatici, fenomeno che secondo i dimostranti e gli organizzatori delle proteste sta distruggendo il pianeta, e hanno esortato i leader del mondo ad agire in fretta per arginare la situazione. Secondo gli organizzatori oltre 100mila persone hanno preso parte alla manifestazione, fra cui volti noti come gli attori Mark Ruffalo ed Evangeline Lily. Una volta che la marcia ha raggiunto l’area di midtown, nei pressi dell’Empire State Building, a loro si sono uniti anche il segretario generale delle Nazioni unite Ban Ki-moon, l’ex vice presidente Usa Al Gore e il sindaco di New York Bill de Blasio. La maggior parte dei manifestanti ha protestato a piedi, alcuni in bicicletta, altri addirittura in sedia a rotelle. “Perderemo il nostro pianeta entro la prossima generazione se le cose continueranno così”, ha detto uno dei manifestanti, il professore di psicologia 81enne Bert Garskof, mentre un parente lo spingeva sulla sedia a rotelle a Time Square. Domani oltre 120 leader mondiali si riuniranno al summit dell’Onu sul clima, il cui obiettivo sarà quello di stimolare la volontà politica di stilare un nuovo trattato sul clima globale entro la fine del 2015. “Sono stupefatto dalla forza, dall’energia e dalla voce della gente”, ha detto Ban ai giornalisti. “Spero che questa voce venga riportata ai leader mondiali al loro incontro del 23 settembre. Il cambiamento climatico è uno degli elementi che definiscono la nostra epoca e non c’è tempo da perdere. Se non agiamo ora, dovremo pagare molto di più”, ha aggiunto il segretario generale. “Quello che penso è che l’energia che vedete nelle strade, i numeri che sono stati raggiunti qui e in altre città del mondo, dimostrano che sta accadendo qualcosa di più grande e che questo vertice dell’Onu sarà uno di quegli eventi a cui in futuro guarderemo dicendo che ha fatto la differenza”, ha invece dichiarato il sindaco di New York De Blasio. La manifestazione di New York è stata infatti solo una di quelle che si sono svolte nel mondo contro il cambiamento del clima. A Londra le marce hanno attirato almeno 40mila persone, affermano gli organizzatori; al Cairo i dimostranti hanno sfilato esponendo un’enorme installazione artistica che rappresenta l’energia solare ed eolica; a Rio de Janeiro i manifestanti hanno sfilato sulla spiaggia di Ipanema con dei cuori verdi disegnati sul volto; in Australia la manifestazione più grande si è tenuta a Melbourne, dove 10mila persone hanno chiesto al loro governo di fare di più per combattere il riscaldamento globale.