Ai nostri nasi la natura piace sempre di più: boom di profumi a base di legno

MeteoWeb

Red sandalwood (Pterocarpus santalinus)Dopo anni di fragranze dalle note fruttate o estremamente dolci, la profumeria artistica si allinea ad uno dei maggiori trend del momento: l’amore e il rispetto per la natura. Muschio di quercia, cedro, sandalo, patchouli, legno di rosa e il tanto amato vetiver sono le note preferite di gran parte delle fragranze create nel 2014 e presentate in questi giorni all’edizione 12 di Fragranze, il salone in scena a Firenze fino al 14 settembre. Basta un breve giro tra gli espositori per capire che e’ chiaramente legnosa la nota chiave di molte essenze: si va dalle boccette che contengono ‘eau’ con piante rarissime a quelle al 100% bio. Tra queste ultime Heeley ha creato Vetiver Veritas, eau de parfum 100% naturale a base del pregiato vetiver di Haiti. Anche l’etichetta The Different Company punta sul bio, lavorando sulla concentrazione massima di materie 100% naturali e limitando ingredienti sintetici. Da qui nasce Nuit Magnetique, fragranza ambrata e profonda. La naturaispira anche Byredo che lancia Moyave Ghost, profumo sulle note persistenti del legno di sandalo ispirato al deserto del Mojave, paesaggio preistorico a sud della California, tra Nevada, Utah e Arizona. Puntano sulle note legnose anche i grandi classici della profumeria artistica. Nella nuova fragranza di Robert Piguet, Bois Noir, trionfano i legni preziosi, mentre l’antica sartoria viennese Knize lancia Forest, il cui nome dice tutto: base legnosa, accenni floreali e cuore aromatico di salvia e rosmarino. E ancora MiN New York propone Magic Circus che evoca ”un circo itinerante in un bosco al crepuscolo”. Si chiama invece Giardini del Granduca la nuova fragranza promossa dalla Soprintendenza per il Polo Museale di Firenze, dopo circa un anno dalla proclamazione da parte dell’Unesco delle ville e dei giardini medicei toscani quali Patrimonio dell’Umanita’. ”Attraverso questo profumo composto con note ispirate ai giardini storici della Toscana e di Firenze – ha detto oggi la Soprintendente Cristina Acidini – si entra in contatto con la memoria della dinastia dei Medici”. Non e’ escluso che a questa fragranza si aggiunga presto una linea con pout pourri, candele e fragranze da ambiente.