Salute: dal fumo passivo delle sigarette elettroniche più metalli pesanti che in quelle classiche

MeteoWeb

SIGARETTA ELETTRONICA PRINCIPALEIl fumo passivo delle sigarette elettroniche contiene metalli nocivi in quantita’ molto superiori al fumo passivo di quelle tradizionali, in particolare cromo e nichel, ma si conferma comunque ‘meno dannoso’. Mentre la scienza continua a dividersi sui benefici delle e-cig, a portare all’attenzione i nuovi dati e’ uno studio della University of Southern California (USC) condotto insieme alla Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori e di Milano, pubblicato nel Journal of Environmental Science, Processes and Impacts. I ricercatori hanno scoperto che il fumo passivo da sigaretta elettronica se, da un lato, vede diminuire di 10 volte la quantita’ di particelle nocive e non presenta quasi nessun agente cancerogeno organico (perche’ non c’e’ combustione di materiale organico), contiene pero’ elementi potenzialmente tossici, come cromo e nichel, a livelli quattro volte superiore rispetto alle sigarette normali. “Nel complesso, le sigarette elettroniche sembrano essere meno dannose rispetto alle normali, ma il loro elevato contenuto di metalli tossici desta comunque preoccupazione”, afferma il co-autore Constantinos Sioutas dell’USC. I ricercatori hanno condotto le misurazioni in uffici e sale d’attesa, ovvero ambienti in cui e’ molto probabile essere esposti al fumo passivo. “Le particelle di metallo probabilmente provengono dalla cartuccia delle e-cig”, spiega l’autore Arian Saffari “migliori standard di fabbricazione di questi dispositivi quindi, potrebbero ridurre la quantita’ di metalli nel fumo”.