Salute, Ema: basta alle sperimentazioni di nuovi vaccini sui bambini

MeteoWeb

vacciniBasta a studi e sperimentazioni cliniche doppione sui bambini per lo sviluppo di nuovi vaccini contro tetano, difterite e pertosse: e’ questo l’obiettivo dell’Agenzia europea per i farmaci (Ema), che per evitare di esporli a test non necessari, vuole proporre un unico piano di sviluppo per le aziende farmaceutiche che producono questi nuovi vaccini, e armonizzare cosi’ le procedure. Come spiega l’ente dal suo sito, i programmi di vaccinazione contro tetano, difterite e pertosse sono usati di routine in tutta Europa e hanno portato a controllare queste tre malattie. Il calendario vaccinale varia da Paese a Paese, e molti studi, sostanzialmente simili, vengono condotti sui bambini quando viene sviluppato un nuovo vaccino. Il comitato pediatrico e quello per i medicinali di uso umano dell’Ema, insieme all’European Centre for Disease Prevention and Control, hanno ora definito un unico programma di ricerca per gli studi clinici sui bambini che dovrebbe produrre dati importanti sui calendari vaccinali dei singoli Stati europei, e che prevede le due prime dosi a 2 e 4 mesi di eta’, e una dose di richiamo a 12 mesi, e che la sperimentazione venga fatta in piu’ di un paese. Ulteriori studi potranno essere necessari se i vaccini verranno somministrati insieme ad altri vaccini, come quello meningococcico o contro il rotavirus. Su questo piano di ricerca pediatrico e’ prevista anche una consultazione pubblica di tre mesi e i commenti potranno essere inviati all’Ema entro il 19 dicembre.