Spaventoso incendio alla raffineria di Milazzo, si teme il disastro ambientale [FOTO]

/
MeteoWeb

milazzo04Un rogo di vaste proporzioni si è sviluppato la notte scorsa all’interno della Raffineria Mediterranea di Milazzo, in provincia di Messina. Sul posto sono intervenute diverse squadre di Vigili del fuoco provenienti sia da Milazzo che da Messina. Le fiamme, altissime, hanno riguardato uno dei serbatoi più grossi di carburante, e sono state viste da tutti i comuni della fascia tirrenica siciliana. Fortunatamente per nessun centro si è resa necessaria l’evacuazione, sebbene in tanti abbiano deciso di lasciare autonomamente le proprie case per allontanarsi dalla zona. Al momento la situazione sembra essere sotto controllo, e il sindaco di Milazzo, Carmelo Pino, ha insediato il Coc (Centro operativo comunale), in stretto contatto con la Prefettura di Messina che coordina i soccorsi. Pino ha anche riferito che sebbene non vi siano pericoli per la popolazione, ci possano essere le condizioni per un disastro ambientale, e per tale motivo ha chiesto all’Arpa di avviare le procedure di controllo del territorio.

milazzo03LE PAROLE DEL SINDACO – “L’intensita’ delle fiamme si è ridotta notevolmente. Le procedure sono quelle di attendere che si consumi il carburante presente all’interno del serbatoio. E’ scattata l’emergenza interna, non quella esterna. In tal senso, infatti, non e’ stata disposta l’evacuazione della popolazione. Stanno ancora operando i vigili del fuoco aziendali, di Milazzo e di Messina”. Lo afferma il sindaco di Milazzo, Carmelo Pino, in merito all’incendio di vastissime proporzioni del serbatoio 513 della Raffineria del centro del messinese sviluppatosi questa notte poco prima dell’una. Il primo cittadino conferma all’Adnkronos come vi “sia stato molto panico. Questo incendio e’ stato visibile in tutta la zona circostante, lungomare alla valle del Mela e dalla piana di Milazzo. L’incidente e’ avvenuto intorno a mezzanotte e cinquanta ed ancora c’era tanta gente in giro perché il venerdì sera comincia la movida del fine settimana. Quindi, ribadisco – ha aggiunto il sindaco- la paura ha avuto il sopravvento”. “Nel momento in cui si è organizzata la macchina della protezione civile – ha evidenziato Pino- abbiamo potuto iniziare a diffondere i comunicati che informavano la popolazione sullo stato delle cose e pian piano l’allarme e’ rientrato”. “Al momento le fiamme sono ancora visibili – ha detto Pino- ma in modo molto più ridimensionato rispetto a tre ore fa”. In merito al rischio ambientale, il sindaco di Milazzo ha infine osservato che “in primis non ci sono stati danni alle persone. Ho già fatto richiesta all’Arpa di intervenire e stanno già predisponendo un mezzo mobile per le rilevazioni di polveri sottili in atmosfera ed aspetteremo i risultati per conoscere l’incidenza di questi ‘fumi'”.