Violenta ondata di maltempo in Toscana: 25 mm pioggia in 15 minuti

MeteoWeb

grandine firenze15A partire dalla giornata di Giovedi’ 18 settembre la Toscana si e’ venuta a trovare in una zona di confine compresa fra un’area di alta pressione di matrice nord-africana e un’area di bassa pressione centrata sulla penisola iberica. La regione – spiega una nota del Cnr – risultava quindi soggetta a un flusso mite e umido di scirocco nei bassi strati dell’atmosfera (responsabile della formazione di un ambiente ad alta energia) mentre alle quote superiori dell’atmosfera infiltrazioni di aria piu’ fresca di origine atlantica, associate a forti venti occidentali, determinavano condizioni favorevoli allo sviluppo di intensi sistemi temporaleschi. L’innesco di tali sistemi e’ stato determinato dalla convergenza al suolo dei venti provenienti da sud con i venti settentrionali provenienti dalla Liguria. I primi fenomeni pertanto si sono formati sul mare prospiciente la Versilia. Nel corso della mattinata i temporali hanno cominciato a muoversi verso terra, andando a interessare, intorno alle ore 10, la Versilia e la Lucchesia. Qui i fenomeni sono stati brevi (30-40 minuti) ma intensi (tasso di precipitazione intorno a 40-50 mm/h con punte sui 15 minuti intorno a 20-25 mm e localmente superiori), ed associati a forti raffiche di vento. Successivamente, fra le 12 e le 13, i fenomeni si sono spostati rapidamente verso l’interno, lungo la valle dell’Arno e sulla provincia di Pistoia, a causa dell’ingresso di venti occidentali alle quote superiori (intorno ai 3000 metri di quota). La citta’ di Firenze – aggiunge il Cnr – e’ stata interessata intorno alle 13. Il cumulato di pioggia rilevato dalle stazioni presenti ha raggiunto i 25 mm in meno di 15 minuti (e non si esclude che cumulati superiori possano essere caduti in alcune zone della citta’). Si sono registrate anche abbondanti grandinate con forti accumuli al suolo, nonche’ forti raffiche di vento e numerose fulminazioni. Le raffiche di vento rilevate da alcune stazioni prossime alla citta’ hanno raggiunto gli 80-90 km/h, tuttavia nel tratto cittadino l’incanalamento del vento fra gli edifici puo’ aver determinato valori piu’ alti. Proprio questi fenomeni sono stati responsabili di allagamenti in gran parte della citta’, caduta di rami e interi alberi.