Vulcanelli esplosi in Sicilia: il Codacons chiede la revoca dell’affidamento della riserva

MeteoWeb

vulcanelloDopo i gravi fatti avvenuti presso la Riserva Naturale “Macalube di Aragona” il Codacons (Coordinamento Associazioni Difesa Ambiente e dei Consumatori) interviene inviando la richiesta al Presidente della Regione di revoca dell’affidamento della riserva a Legambiente; chiede inoltre alla magistratura “di individuare eventuali condotte omissive penali ai sensi del decreto legislativo 231 del 2001 sulla responsabilita’ degli enti e chiede di procedere immediatamente al risarcimento danni alla famiglia”. Il Codacons mette in evidenza che “la riserva ove si e’ verificato il tragico episodio e’ tipologicamente individuata come riserva naturale integrata nella cui area sono ammessi esclusivamente interventi a carattere scientifico ed e’ consentito svolgere attivita’ di ricerca da parte di soggetti qualificati autorizzati dall’ente gestore. I fatti accaduti hanno evidenziato una carenza nelle attivita’ di gestione delle riserve naturali siciliane e sollevano dubbi sull’effettivo impegno da parte dei soggetti incaricati della gestione delle circa 70 riserve naturali”. Il Codacons pertanto chiede pure “un continuo monitoraggio della gestione da parte dal Consiglio Regionale per la Protezione del Patrimonio Naturale (CRPPN)” e nello stesso tempo “l’istituzione di una commissione d’indagine costituita da esperti per valutare lo stato di gestione delle riserve naturali siciliane”.