Allarme Ebola, Onu e Obama: “situazione gravissima, il mondo sta fallendo. Renzi: “non fomentare la paura”

MeteoWeb

Ebola Dallas HospitalLa comunità internazionale “finora ha fallito” nel dare una risposta adeguata all’emergenza Ebola. La denuncia è arrivata dal Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, che ha esortato tutti i Paesi membri “ad accelerare e ampliare in modo drastico le risorse e l’assistenza finanziaria e materiale”. Il Consiglio ha poi espresso preoccupazioni riguardo alle restrizioni ai viaggi ed al commercio nei confronti di Paesi come Sierra Leone, Liberia e Guinea, i più colpiti dal virus, come dagli “atti di discriminazione” nei confronti dei cittadini di quei tre Stati.

Barack Obama ha invitato i leader europei a fare di piu’ per combattere la diffusione del virus ebola. Lo ha sottolineato la Casa Bianca, dopo la videoconferenza alla quale hanno partecipato il presidente americano, il premier Matteo Renzi, la cancelliera tedesca Angela Merkel, il premier britannico David Cameron e il presidente francese Francois Hollande. Obama ha chiesto un impegno “piu’ significativo” per fermare l’epidemia che ha ucciso finora quasi 4.500 persone nei Paesi piu’ colpiti dell’Africa occidentale, ha riferito il portavoce della Casa Bianca, Josh Earnest

Nel corso della conversazione telefonica con i colleghi del G7 abbiamo deciso un impegno addizionale dell’Italia per la vicenda Ebola. Abbiamo stanziato un contributo di 50 milioni accogliendo l’appello delle Nazioni Unite“. “C’è chi gioca la carta della paura e della preoccupazione. Chi cerca di fomentare la paura dà un messaggio ingiusto. Naturalmente l’allerta è massima, c’è un’attenzione e’ molto forte in tutto il paese, ma lo e’ anche a livello internazionale. E domani durante il vertice Asem sara’ importante sensibilizzare tutti i paesi europei e anche i paesi asiatici“. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, in merito all’emergenza ebola, nel corso di una conferenza stampa a palazzo Chigi al termine del Cdm.