Allerta Meteo Veneto: stato di attenzione per rischio idrogeologico

MeteoWeb

allertaIn riferimento alla situazione meteorologica attesa, il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile del Veneto ha dichiarato lo stato di attenzione per Rischio idrogeologico nei bacini Vene-A Alto Piave, Vene-F Basso Piave, Sile e Bacino scolante in laguna, e Vene-G Livenza, Lemene e Tagliamento. Lo Stato di Attenzione potrà evolversi, a livello locale, in stato di preallarme/allarme in presenza di fenomeni temporaleschi a seconda della loro intensità. La dichiarazione ha validità dalle ore 14 di oggi, lunedì, alle ore 14 di domani, martedì 22 ottobre. Le amministrazioni locali dovranno porre in atto le procedure di allertamento dovute a conclamate criticità o particolari sofferenze idrogeologiche ed idrauliche presenti nel territorio di competenza. In particolare i comuni caratterizzati dalla presenza di fenomeni franosi dovranno attivare idonee azioni di controllo del territorio in quanto tali fenomeni di dissesto sono particolarmente sensibili alle precipitazioni temporalesche intense. Al momento non è attivata la sala operativa di Coordinamento Regionale in Emergenza (Co.R.Em.). È in ogni caso attivo il servizio di reperibilità per la segnalazione di ogni eventuale situazione di emergenza. Le previsioni meteo indicano, per il pomeriggio/sera di oggi: probabilità di locali precipitazioni specie alla sera sulle zone montane, pedemontane ed orientali, con possibili rovesci o temporali e tendenza ad un rinforzo di vento dai quadranti occidentali. Non si escludono occasionali precipitazioni intense con eventuali grandinate e forti raffiche di vento, specie sulla pianura orientale dalla serata. Calo termico dalla sera in quota. Per domani: precipitazioni in pianura fenomeni sparsi anche a carattere di rovescio o temporale con probabilità in calo dal mattino, sulle zone orientali da medio – alta (50 – 75%) e su quelle centro-occidentali da medio -bassa (25 – 50%), fino a nulla o molto bassa (0 – 5%) in giornata. Sulle Prealpi, fenomeni generalmente assenti. Sulle Dolomiti probabilità dapprima in calo fino a medio – bassa (25-50%) e poi in rialzo fino a medio – alta (50-75%), per precipitazioni sparse con limite delle nevicate a circa 1100-1400 m.