Clima: i granchi minacciano la vita marina antartica, si stanno insediando specie “aliene”

MeteoWeb

GRANCHIO  GALAPAGOS - CopiaFinora era considerata l’area del Pianeta meno vulnerabile all’invasione di specie aliene, protetta da una corrente oceanica che la isolava a livello biologico creando una barriera insuperabile per gli organismi marini. Eppure anche l’Antartide e’ a rischio biodiversita’, a causa del riscaldamento globale che ha reso piu’ ospitali le sue acque. L’allarme arriva da uno studio pubblicato sul Journal of Biogeography, secondo cui alcuni granchi, fino a qualche tempo fa estranei a questo ecosistema, ora costituiscono una minaccia per la vita marina antartica. Il rapido aumento delletemperature al largo della penisola antartica occidentale mette in pericolo la fauna che vive sui fondali marini, esposta a una maggiore predazione da parte di alcune specie di granchi, spiegano i ricercatori statunitensi. Finora le basse temperature e la protezione della corrente circumpolare antartica avevano impedito ai granchi di stabilirsi in quest’area, dove ultimamente ne sono stati rinvenuti alcuni esemplari. E la presenza di specie aliene subantartiche potrebbe aumentare rapidamente, favorita dall’intenso traffico delle navi che trasportano fauna nelle acque di zavorra. ”L’invasione biologica desta grande preoccupazione nelle acque artiche, ma dovremmo essere altrettanto preoccupati per quelle antartiche”, afferma l’autore del rapporto, Richard Aronson, secondo cui e’ fondamentale un programma di monitoraggio a lungo termine. Le specie invasive degradano gli ecosistemi marini e i servizi che forniscono perche’ predano e competono con le specie locali, prosegue Aronson. L’impatto dei granchi ”rimodernizzerebbe la fauna unica che popola i fondali marini antartici, accelerando il trend mondiale dell’omogeneizzazione ecologica”.