Ebola: “Una catastrofe umanitaria di grandissime dimensioni”

MeteoWeb

ICOAST-HEATLTH-EPIDEMIC-EBOLAL’epidemia da Ebola “puo’ diventare una catastrofe umanitaria di grandissime dimensioni”. E’ il monito lanciato oggi dal presidente della Commissione europea, Jose’ Manuel Barroso, e gli ultimi numeri del dilagare del virus resi noti dall’Organizzazione mondiale della sanita’ (Oms) lo confermano: in totale, al 14 ottobre 2014, sono 9.216 i casi confermati o sospetti nei sette Paesi colpiti, mentre i decessi hanno raggiunto la cifra di 4.555. Una buona notizia riguarda il Senegal: l’Oms ha infatti dichiarato il Paese ‘virus free’, condizione che si ottiene dopo 42 giorni senza nuovi casi. Anche la Nigeria dovrebbe essere ‘fuori dall’incubo’ lunedi’ prossimo. Per il momento, invece, non c’e’ alcun caso confermato in Francia, ha annunciato il governo dopo il ricovero di ieri, all’ospedale Begin vicino Parigi, di un’infermiera colpita da febbre. Liberia EbolaL’allerta mondiale resta pero’ altissima: “Ebola non e’ solo un problema dei paesi africani”, ha ammonito Barroso, affermando che il dilagare del virus rappresenta una “responsabilita’ di tutta la comunita’ internazionale”. Quindi un annuncio: “Ebola e’ una delle priorita’ principali dell’agenda Ue e nel prossimo Consiglio Ue sara’ deciso qualcosa a riguardo”. Anche il presidente del Consiglio Ue, Herman van Rompuy, dal vertice Asem di Milano, ha confermato che “Ebola, cosi’ come il terrorismo, ha occupato parte della nostra discussione: uniremo i nostri sforzi – ha detto – per lottare contro questi flagelli”. Intanto e’ stato deciso che qualsiasi operatore sanitario al lavoro in Africa, in caso di contagio potra’ essere evacuato in Europa in una struttura medica attrezzata, entro 48 ore, a spese della Commissione, grazie ad un accordo appena siglato tra l’Ue e la Phoenix Air, una compagnia Usa specializzata nel trasporto di malati contagiosi. E mentre Il presidente americano Barack Obama nomina Ron Klain – gia’ capo di gabinetto dei vicepresidenti Usa Al Gore e Joe Biden – come ‘supercommissario’ per LIBERIA-HEALTH-EBOLA-WAFRICAl’emergenza Ebola, un nuovo allarme arriva dall’Onu: il fondo delle Nazioni Unite per combattere Ebola ha appena 100mila dollari in contanti, una somma ben lontana dal miliardo di dollari che secondo l’Onu e’ necessario per far fronte all’epidemia, scrive il New York Times. Si intensificano tuttavia gli aiuti all’Africa: una nave-ospedale della marina britannica, con tre elicotteri e 350 persone a bordo, e’ salpata oggi dal Regno Unito per la Sierra Leone. Adesso, ha commentato il premier David Cameron, “altre nazioni si devono fare avanti con risorse e azioni, perche’ agire alla fonte in Africa occidentale e’ il modo migliore di proteggerci in Europa”. Aiuti che non potranno contare pero’ sul vaccino in fase di studio piu’ avanzata, quello della Gsk: il vaccino non arrivera’ in tempo per essere usato su larga scala durante l’epidemia in corso, poiche’ l’azienda sara’ in grado di produrlo su larga scala solo nel 2016. Un dramma nel dramma e’, poi, quello dei bambini: “L’aumento della mortalita’ infantile e’ una enorme minaccia in Liberia e in Sierra Leone a causa dell’epidemia”, ha avvertito Sarah Crowe dell’Unicef, annunciando che l’agenzia ha aiutato 600 bambini orfani a causa di Ebola a riunirsi a membri della famiglia. Sul fonte italiano, invece, il sindaco di Padova Massimo Bitonci ha firmato oggi l’annunciata l’ordinanza che prevede il divieto di dimora presso le strutture di accoglienza di persone prive di certificato medico dell’Usl sul loro stato di salute.