Ebola: domani maxi-vertice internazionale a Lussemburgo per fronteggiare l’emergenza

MeteoWeb

ebola03I ministri europei degli Affari esteri si riuniranno domani a Lussemburgo per ‘alzare’ il livello della risposta europea contro l’epidemia da virus Ebola che, secondo le ultime stime dell’Organizzazione mondiale della sanita’ (Oms), ha fatto oltre 4.500 vittime. I 28 ministri, secondo fonti Ue, faranno il punto sui mezzi disponibili e su una serie di opzioni per intensificare la lotta contro l’epidemia. L’idea sarebbe anche quella di articolare gli aiuti internazionali attorno a tre ‘paesi leader’: gli Stati Uniti per la Liberia, la Gran Bretagna per la Sierra Leone e la Francia per la Guinea. Francia e Germania, da parte loro, insistono per la messa a punto di un dispositivo coordinato di evacuazione sanitaria, giudicato indispensabile per assicurare il flusso dei rinforzi europei. I capi di Stati e di governo dell’Ue avranno a disposizione il dossier giovedi’ e venerdi’ prossimi, in occasione di un vertice a Bruxelles. Intanto, i vari Stati membri hanno adottato misure precauzionali in ordine sparso: la Francia ha messo in atto un controllo sanitario per il volo aereo quotidiano in arrivo Conakry-Parigi, il solo collegamento diretto tra la Francia ed i Paesi africani colpiti. Un’analoga sorveglianza e’ gia’ in vigore in Gran Bretagna ed in vari aeroporti americani, anche se secondo l’Oms la priorita’ deve restare quella dei controlli aeroportuali in partenza dai Pesi africani colpiti. Intanto, il Senegal e’ stato dichiarato dall’Oms libero dal virus Ebola ed anche la Nigeria dovrebbe essere dichiarata tale domani.