Ebola: falso allarme per caso sospetto a Piacenza

MeteoWeb

EBOLA COPSi e’ rivelato fortunatamente quasi fin da subito falso l’allarme per un caso sospetto di Ebola a Piacenza. E’ accaduto nella serata di venerdi’ 10 ottobre. La protagonista e’ una donna straniera che e’ stata soccorsa in via Colombo. Trasportata in ospedale con tutte le precauzione necessarie, i medici hanno escluso il contagio con la malattia che causa la febbre emorragica. L’ambulanza del 118 di Piacenza e’ stata attivata tramite la centrale operativa che gestisce le richieste di soccorso. La segnalazione, in questo caso specifico, aveva effettivamente alcuni dei criteri sanitari di inclusione nel protocollo sanitario di rischio per il virus dell’Ebola: riferiva febbre molto alta, dolori addominali e – soprattutto – negli ultimi 21 giorni era stata in Nigeria, uno dei Paesi considerati ancora inclusi in quelli a rischio. Rispettando alla lettera ogni passo della procedura di sicurezza, i sanitari del 118 sono giunti con un’ambulanza specifica, dopodiche’ hanno avvicinato il paziente indossando i dispositivi di protezione individuale: tuta, guanti, maschere e calzari. La donna e’ stata poi trasportata direttamente nel reparto di Malattie infettive dell’ospedale Guglielmo da Saliceto di Piacenza dove i medici hanno potuto escludere il contagio: pare infatti che mancasse la febbre nella donna, ovvero uno dei caratteri distintivi di questa patologia.