Ebola: tracciata la mappa delle 22 epidemie

MeteoWeb

ICOAST-HEALTH-EBOLACreato un database che ‘mappa’ tutte le precedenti epidemie di Ebola note finora – eccetto quella attuale – descrivendo nel dettaglio la geografia dei casi, dal paziente zero a tutti i movimenti del virus avvenuti durante ogni epidemia. Sviluppato dal gruppo di Simon Hay della Oxford University, il database e’ stato presentato sulla nuova rivista del gruppo editoriale Nature Scientific Data e consentira’ di capire a fondo il comportamento del virus aiutando a prevenire disastrose epidemie come quella corrente. Il database cataloga ben 22 epidemie per un totale di 117 distinti gruppi geografici di infezione, riportando per ciascuna epidemia la localizzazione geografica di tutti i cosiddetti casi primari (i primi soggetti che si ammalano a partire dalla trasmissione da un animale infetto al cosiddetto paziente zero) e la diffusione geografica dei casi secondari (rappresentati dai familiari, oppure dai compagni di scuola, o dai colleghi di lavoro dei casi primari) e importati. Inoltre il database cataloga il numero totale di pazienti e il tasso di mortalita’ per ogni epidemia descritta. Questa mappa aiuta a far luce sui comportamenti del virus e sulle dinamiche di trasmissione diverse in ogni epidemia perche’ permette di studiare tutti i numerosi fattori in gioco – dalla sorveglianza alla ricerca tempestiva di cure, al tasso di contatti. Cio’ potra’ consentire di comprendere come contenere la portata di future epidemie e fara’ di questo database un utile strumento di analisi previsionale. Il database verra’ aggiornato anche con i dati relativi all’epidemia che oggi sta spaventando il mondo intero.