Maltempo nell’Alessandrino: danni ingenti, “chiederemo lo stato di calamità”

MeteoWeb

alessandria”Chiederemo sicuramente lo stato di calamità per questa zona”. Lo ha assicurato l’assessore della Regione Piemonte alla Difesa del suolo, Francesco Balocco, che oggi ha fatto un sopralluogo nelle zone colpite dal maltempo nell’alessandrino. Sono ancora molti i disagi di queste ore per le forti piogge che hanno colpito per tutto il giorno il basso Piemonte. Sottopassi e strade allagati, frane e smottamenti che hanno costretto ad evacuare molte famiglie dalle zone più colpite. Tra i più colpiti i comuni di Arquata Scrivia, Tortona e Cassano. A Novi Ligure questa mattina per un allagamento è stato chiuso un reparto dell’ospedale mentre a Pietra Marazzi la protezione civile ha portato in salvo i 20 cavalli del centro ippico. L’invito è a rimanere in casa mentre domani le scuole saranno chiuse in molti comuni delle zone più colpite. Ingenti i danni riportati alle infrastrutture e alle abitazioni a causa delle intense precipitazioni che hanno riversato in poche ore oltre 400mm di acqua. Molte le frane registrate in collina provocate dalle infiltrazioni Critica la situazione in val Curone e Val Grue. L’ex statale 35 Serravalle Tortona è ancora interrotta all’altezza di Cassano a causa del cedimento della banchina stradale. Interrotta anche la statale 10 tra Tortona e Voghera. Il livello dei fiumi è salito ovunque e si sono registrate esondazioni (per ora contenute) a causa della rottura degli argini. Disagi si sono registrati per l’interruzione fino a sera dell’autostrada e della ferrovia Alessandria- Genova e Ovada-Genova.