Maltempo Trieste: si scava ancora nella casa della vittima a Muggia

MeteoWeb

franaI vigili del fuoco stanno ancora scavando nell’abitazione di Loreta Querel, la donna di 73 anni che nelle prime ore di ieri a Muggia (Trieste) è stata travolta e uccisa da una frana mentre stava dormendo. I pompieri sono alla ricerca di qualcosa di importante sepolto nel fango. La strada del Lazzaretto, dove si trova la palazzina di 3 piani dove la vittima viveva con il suo cagnolino, che si è salvato, è stata chiusa dal sindaco, Nerio Nesladek, con un’ordinanza, dall’abitato di Muggia fino al confine di Stato con la Slovenia. Il Comune conta di riaprire l’arteria al massimo entro pomeriggio, in quanto i detriti sono stati già rimossi e serve pulire la strada, resa sdrucciolevole dal fango. L’altro smottamento avvenuto ieri a Muggia, il crollo di un muro di recinzione di una casa privata in via Darsella di San Bartolomeo, ha provocato un senso unico alternato lungo la via, finché i lavori di ripristino non saranno conclusi. A Trieste, tutto è ritornato alla quasi normalità. Resta ancora chiusa al traffico qualche strada: via Gortan ha un’apertura limitata e via Sant’Anastasio non è accessibile nel tratto finale. I pompieri hanno ancora una decina di richieste di soccorso pervenute ieri da evadere e assicurano che si tratta di interventi non gravi di allagamenti di scantinati e infiltrazioni di acqua dai tetti. Alle prime ore dell’alba, i pompieri hanno recuperato una barca che a causa del maltempo era affondata nel centralissimo canale di Ponterosso.