Nobel per la fisica: “i LED anche per pulire acque e ferite”

MeteoWeb

ledDisinfettare con la luce dei led blu e ultravioletti le acque e le ferite, diagnosticare tumori e curarli, percepire e controllare gli inquinanti: sono alcune delle applicazioni in corso o future dei led blu per la cui invenzione e’ stato assegnato oggi il Nobel per la fisica. Il segreto della versatilita’ dei led blu e’ nelle proprieta’ dei materiali con cui sono fatti, i nitruri, su cui da anni lavora anche Adriana Passaseo dell’Istituto nanoscienze del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr) di Lecce. ”Questi materiali – ha detto Passaseo – per esempio possono modulare l’assorbimento della luce in una banda molto larga, dall’ultravioletto al visibile, e hanno una forte resistenza alle alte temperature e agli agenti chimici aggressivi”. Fra le ricerche di frontiera condotte su questi led, ha aggiunto, vi e’ il loro uso in biologia: i led ultravioletti emettono una energia tale da rompere i legami proteici in un batterio o in una cellula, motivo per cui possono esser usati, come gia’ avviene, per disinfettare le acque. Allo studio, invece, e’ l’uso di questi led per diagnosticare e curare i tumori. ”Stiamo lavorando – ha spiegato Passaseo – a un progetto per realizzare un led ultravioletto per diagnosticare e curare dei tumori”. Possiamo immaginare per esempio, ha detto, led ultravioletti che illuminano il cancro della pelle e distruggono le cellule malate oppure che vengono introdotti sotto forma di fibre a led nel corpo attraverso sonde. All’Istituto nanoscienze del Cnr di Lecce si sta lavorando anche alla realizzazione di sensori basati su questi materiali in grado di rivelare alcune diossine (come le Pcb) presenti nelle acque, nel suolo o negli oli industriali. I dispositivi dovrebbero essere costituiti da una sorgente di led ultravioletti e un sensore di nitruri. I led illuminano i campioni inquinati dalle diossine, queste reagiscono alla luce e la reazione viene letta dal sensore che in questo modo rivela la presenza degli inquinanti.