Parco Nazionale dei Lençois Maranhenses: il “deserto bianco del Brasile” [FOTO]

/
MeteoWeb

DESERTO BIANCO COPSebbene le foto, le brochure di viaggio, i video amatoriali e i documentari girati da professionisti siano un ottimo assaggio, il Parco Nazionale di Lençóis Maranhenses riserva sempre grossissime sorprese con il suo mosaico panoramico di dune di sabbia finissima, piccole lagune di acqua piovana, fiumi e terreni di mangrovie…un posto affascinante e surreale che lascia sbalorditi i suoi numerosi visitatori. Costituito nel 1981 nello stato brasiliano del Maranhao, è una spettacolare zona geologica, unica al mondo, vasta 155 mila ettari, che si dispone lungo 70 km di costa, spingendosi nell’entroterra in alcuni punti fino a 22 km.

DESERTO BIANCO 4Le dune di sabbia finissima, che raggiungono i 40 metri d’altezza, nelle quali si aprono, soprattutto nella stagione invernale, innumerevoli lagune trasparenti di varie forme e larghezze, viste dall’alto, per via della morfologia territoriale, fanno pensare a tanti velluti appoggiati delicatamente sull’acqua. Questo paradiso naturale, sconosciuto sino agli anni 80’, è stato scoperto casualmente dai piloti che, coprendo la rotta Belém-Fortaleza, si accorsero di un paesaggio che improvvisamente mutava, andando dal verde della selva, a un bianco e luminoso territorio lunare. Dall’alto sembrava una distesa infinita di lenzuola; impressione cui questo parco deve il suo nome. Il “Deserto Bianco del Brasile ”è una scoperta recente per la geografia e ancora un mistero per la geologia; un mondo “mobile” di dune di sabbia bianchissima intercalate da lagune cristalline verdi e blu dove vivono sparpagliati i “caboclos”, popolazione nativa che si dedica all’agricoltura e alla pesca. Parque do Lençois Maranhenses non ha vie d’accesso convenzionali: vi ci si arriva di solito da Barreirinhas, a bordo di fuoristrada o di robusti camions affidati a guide esperte. Evitando le ore centrali (le più calde della giornata), lo scenario offre il suo spettacolo migliore nel pomeriggio, quando alla piacevolissima opportunità di concedersi un bagno nelle acque cristalline delle lagune più belle , si abbina il suggestivo tramonto, tassativamente da fotografare.